Animale domestico: caneBenessereMamma e bambinoOsservatorio UnisaluteRagazza si allaccia le scarpe da corsaCoppia Terza EtàWelfare Aziendale Unisalute
depurarsi dopo le feste

La dieta depurativa per rimettersi in forma dopo le feste

Anche se quest’anno il periodo natalizio è un po’ diverso rispetto agli anni precedenti a causa della pandemia da Covid-19, le abbuffate tipiche di queste settimane di festa non sono certo mancate. Capiterà a molti di sentirsi gonfi o appesantiti, condizione che non rappresenta un’esclusiva del Natale, ma che può presentarsi anche in altre occasioni, come il rientro dalle vacanze estive o i primi freddi autunnali, ossia momenti di stress per il nostro organismo.

L’importante è ripristinare al più presto sane abitudini alimentari e riprendere uno stile di vita regolare. In questo articolo, quindi, vogliamo suggerirvi una proposta di dieta post Natale basata sui prodotti di stagione, utile a depurarsi dopo le feste e sentirsi di nuovo in equilibrio.

Consigli per rimettersi in forma dopo il Natale

Per lasciarsi alle spalle gli strascichi di pranzi e cenoni, dopo le feste bisogna controllare l’alimentazione, attraverso una dieta corretta, sia riprendere una regolare attività fisica. Le scelte nutrizionali, oggetto di questo articolo, sono infatti fondamentali, ma vanno di pari passo con un adeguato movimento. Si può optare per una corsa, una passeggiata, un giro in bicicletta, per esempio: l’importante è ripartire proprio dall’attività motoria e non abbandonarsi alla sedentarietà, che spesso caratterizza il periodo festivo. Un’altra buona abitudine per mantenersi attivi nella vita quotidiana è quella di rinunciare all’ascensore o alle scale mobili e optare per le scale: un rimedio semplice, ma efficace per muoversi di più.

depurarsi dopo natale

Maya23K/gettyimages.it

Perché abbiamo bisogno di regolare la dieta dopo le feste?

Dal cenone della Vigilia ai dolci nella calza della Befana, le feste sono ricche di appuntamenti culinari. I menù a più portate, inoltre, spesso fanno sì che il tempo trascorso in tavola si dilunghi per ore, per non parlare del fatto che, talvolta, viene addirittura a mancare qualche ora di pausa tra pranzo e cena, necessaria anche per mantenere la salute dei denti. Ritagliarsi del tempo per fare un po’ di attività fisica non è sempre facile e i piatti della tradizione sono spesso ricchi di carboidrati, grassi, sodio e zuccheri semplici, nutrienti che, in quantità eccessive rispetto al fabbisogno, contribuiscono all’aumento della massa grassa, al gonfiore e all’accumulo di sostanze nocive. Contemporaneamente, pandoro, panettone e torroni vari comportano un sovraccarico di lavoro per il fegato. Oltre a fare movimento, quindi, è importante capire cosa mangiare per rimettersi in forma.

Dieta post Natale: cosa mangiare e cosa evitare

Partiamo col dire che la scelta giusta non è seguire delle diete drastiche “fai da te”, ma sposare uno stile nutrizionale sano, anche con l’aiuto di un esperto, se necessario. Per aiutare il nostro organismo a riprendersi dagli sgarri a tavola durante il periodo natalizio, innanzitutto, è bene garantire una corretta idratazione, attraverso un consumo adeguato di acqua (circa 2 litri al giorno). Inoltre, è consigliabile scegliere fonti integrali di carboidrati complessi (pane, pasta, crackers, fette biscottate ecc.) in quanto apportano più fibra e micronutrienti (sali minerali e vitamine) rispetto ai prodotti raffinati, aumentano il senso di sazietà, facilitano il transito intestinale e riducono l’indice glicemico del pasto.

Oltre a ridurre il quantitativo di grassi saturi – spesso largamente presenti sulle tavole natalizie – è bene anche fare attenzione ad alcol e dolci per aiutare il fegato a depurarsi. Molto preziosi, poi, sono gli alimenti ricchi di vitamine A, E e C, e di ferro e zinco.

Un ultimo consiglio, ma non meno importante, è consumare molta frutta e verdura di stagione. A questo proposito, scopriamo tutti i vantaggi di rispettare la stagionalità dei prodotti e quali sono quelli più consigliati per la dieta dopo le feste.

Dieta dopo le feste: l’importanza di consumare prodotti di stagione

Per seguire un’alimentazione equilibrata, gli specialisti raccomandano di assumere soprattutto cibi di stagione. Un’abitudine importante in particolare perché, come spiega la Fondazione Veronesi, secondo diversi studi frutta e verdura di stagione presentano delle proprietà nutritive maggiori rispetto agli alimenti che hanno raggiunto la maturazione fuori dal loro periodo ideale. Inoltre, sembra che assumere prodotti di stagione permetta di fornire al nostro organismo proprio ciò che gli serve nel momento giusto.

frutta e verdura dopo le feste

fermate/gettyimages.it

Vediamo quali sono le varietà di frutta e verdura tipiche dei mesi più freddi e alcuni dei loro benefici:

  • Arancia. Le arance sono preziose perché rappresentano dei veri e propri concentrati di vitamina C, utile a rafforzare le difese immunitarie e come antiossidante.
  • Pompelmo. Il pompelmo, che contiene vitamina A, C e B presenta proprietà detossificanti, antiossidanti e anti-colesterolo; inoltre, eserciterebbe una funzione anti-tumorale.
  • Kiwi. Non tutti sanno che proprio il kiwi è uno dei frutti più ricchi di vitamina C: tra i suoi benefici citiamo l’azione antiossidante e la protezione cardiovascolare.
  • Cavolfiore. Ricco di vitamine, tra cui la vitamina C e quelle del gruppo B, sia di sali minerali (potassio, calcio, fosforo, ferro), questo ortaggio è antiossidante, rafforza le difese dell’organismo e previene l’insorgere del cancro. Oltre al cavolfiore, sono indicati anche gli altri componenti della famiglia delle crucifere, come broccoli, cavolo, verza e cavolo romano, grazie alla presenza di vitamine, sali minerali, fibre e sostanze antitumorali.
  • Carciofo. Noto per le sue proprietà digestive, il carciofo favorisce la diuresi e abbassa i livelli di colesterolo, incrementati dalle tipiche ricette natalizie.
  • Finocchio. Con piatti a base di finocchi, è possibile agire sul gonfiore addominale, oltre a facilitare la digestione: per tale ragione, molte tisane digestive sono realizzate con questo ortaggio.

Quanta frutta e verdura mangiare per depurarsi dopo le feste

Per un’alimentazione sana ed equilibrata, il consiglio degli esperti è di consumare 3 porzioni di frutta fresca al giorno e almeno 2 porzioni di verdura di stagione, da inserire sia a pranzo che a cena, variando tipologia e colore in modo da fornire tutti i micronutrienti necessari per il buon funzionamento dell’organismo.

Marco Bianchi, Food Mentor e divulgatore scientifico per la Fondazione Veronesi, nel darci alcuni suggerimenti per il cenone di San Silvestro, ha consigliato di preferire il consumo di frutta fresca rispetto a quello di frullati ed estratti, in quanto, come ha ricordato, questa tecnica libera gli zuccheri, che oggi sappiamo essere più dannosi se assunti in questo modo. Via libera, invece, alle macedonie e alla frutta secca.

Le proprietà delle tisane depurative

Tè e tisane, durante l’inverno, non sono utili solo per scaldarsi, ma presentano importanti proprietà depurative e disintossicanti, dunque sono ottime da inserire nella dieta post Natale. Naturalmente, non tutte le bevande calde hanno le stesse caratteristiche, inoltre, è importante ricordare che non vanno zuccherate.

tisana depurativa zenzero

juefraphoto/gettyimages.it

Consigliamo, in particolare:

  • Tè alla menta: ricca di vitamine C, A e D, la menta contribuisce alla depurazione dell’organismo agevolando la digestione e agendo per eliminare le tossine in eccesso.
  • Tè verde: questa bevanda svolge una duplice funzione, perché da un lato è un concentrato di antiossidanti, dall’altro stimola il metabolismo.
  • Tisana a base di tarassaco, preziosa per depurare il corpo.
  • Tisana a base di finocchio o carciofo, utilissima per stimolare e facilitare la digestione.
  • Tisana a base di cardo mariano: questa pianta ha un effetto diuretico simile a quello del carciofo.
  • Tisana allo zenzero: la radice, che trova ampio utilizzo nelle ricette di dolci natalizi, può supportarci anche nel corso della dieta detox; la tisana a base di zenzero, infatti, presenta molte proprietà benefiche a tutto tondo per l’organismo.

Dieta dopo le feste: la giornata tipo

Dopo aver visto alcuni suggerimenti per depurare l’organismo dopo le abbuffate natalizie, cosa mangiare per rimettersi in forma? Vediamo un esempio di giornata tipo.

Colazione

Yogurt magro naturale, due fette biscottate integrali e macedonia di kiwi, arance e mele.

spuntino frutta fresca e yogurt

peterpankostas/gettyimages.it

Spuntino

Frutto fresco di stagione, ad esempio un pompelmo, anche in spremuta non dolcificata.

Pranzo

Un piatto unico composto da verdure di stagione: 200 grammi di cavolfiori e broccoli lessi conditi con Olio EVO e limone, 70/80 grammi di riso integrale e 100 grammi di nasello cotto al vapore.

Spuntino

Frutto fresco di stagione oppure estratto di frutta e verdura di stagione mista.

Cena

Minestrone a base di verdure (zucca, carote, cavolo, broccoli) e legumi (in particolare, ceci e fave) con Olio EVO e limone.

Dopo cena

Tisana depurativa o tè verde deteinato, senza dolcificanti ulteriori.

Riprendere delle sane abitudini alimentari e ricominciare a svolgere una regolare attività fisica permetterà di rimettersi presto in forma dopo le feste natalizie, senza dimenticare che è sempre buona prassi confrontarsi con uno specialista circa lo stile alimentare da seguire e prima di intraprendere delle diete. Seguire un regime nutrizionale corretto consente, inoltre, di preservare la salute cardiovascolare. Proprio per tenersi monitorati da questo punto di vista, UniSalute propone la polizza assicurativa Protezione Famiglia che offre la possibilità di accedere a esami specialistici gratuiti e di ricevere una consulenza medica personalizzata per migliorare il proprio stile di vita.

 

Articolo scritto con il contributo di Angela Caporale.

Fonti:

fondazioneveronesi.it
humanitas.it
salute.gov.it

Mara D'Angeli
Riminese, lavora nel campo della comunicazione e della scrittura. Per il blog InSalute, si occupa di approfondimenti legati a benessere, prevenzione e salute dei bambini.

7 Commenti

  1. giada montervino ha detto:

    io sono sempre stata abbastanza attenta anche durante le feste e non ho mai rinunciato alla mia ora di corsa quotidiana.ma da brava pugliese ho qualche sgarro solo con i buonissimi taralli!

  2. GERMANA BODO ha detto:

    Ottimi consigli!
    Competenza e professionalità impiegate in modo semplice e chiaro

    1. Redazione ha detto:

      Grazie Germana,
      siamo felici che l’articolo sia risultato utile 🙂

  3. Maria pina ha detto:

    Sono contenta delle vostre informazione

    1. Il blog di UniSalute ha detto:

      Grazie Maria Pina, continua a seguirci! 🙂

  4. Stefano ha detto:

    Bellissimo Blog! Insegna molto su tanti fronti e sopratutto è molto utile per stare meglio e sentirsi più in forma! Grazie mille e complimenti per il lavoro che fate!
    Avete anche qualche articolo sulle cellule staminali? è un argomento che mi interessa parecchio!

    Io ho trovato questo sito che ne parla!
    https://www.startstemcells.com/it/

    Comunque complimenti ancora! Non vedo l’ora di leggere altri vostri articoli!

    1. Il blog di UniSalute ha detto:

      Grazie Stefano, siamo felici che ti sia stato utile 🙂 Continua a seguirci!

COMMENTA