Kick-boxing: quali sono i pro e i contro di questo sport?

In un’epoca in cui la salute e il benessere si sposano ai conclamati benefici dello sport, il kick boxing emerge come un potente alleato. Questa disciplina, che bilancia tecniche di arti marziali e pugilato, è un modo per mantenersi in forma e, allo stesso tempo, raggiungere la fitfulness – termine che descrive uno stato di benessere fisico e mentale grazie all’attività sportiva. In questo approfondimento vedremo in cosa consiste il kick boxing, e quali sono i pro e i contro di questo sport.

romankosolapov/gettyimages.it

Cos’è il Kick Boxing e in cosa consiste

Il kick boxing è uno sport che combina elementi di boxe con tecniche provenienti da discipline come il Muay Thai e il Karate. Rinomato per la sua intensità e la varietà di tecniche impiegate, affonda le sue radici in Giappone e in Thailandia. I praticanti del kick boxing sfruttano un ampio arsenale di movimenti inclusi pugni, calci, gomitate e ginocchiate, e per quanto riguarda la competizione: in questo sport le regole sono molto rigorose e variano a seconda dell’organizzazione e dello stile di kick boxing praticato.

Come si svolge una lezione di kick boxing

Il kick boxing, così come il body pump, si focalizza su allenamenti che combinano cardio, forza e flessibilità, che hanno moltissimi benefici soprattutto sui più giovani. Un tipico allenamento include:

  • esercizi di riscaldamento: stretching e movimenti leggeri per preparare il corpo all’attività fisica.
  • Tecniche di base: in cui si apprende come usare pugni, calci, e combinazioni di movimenti basilari della disciplina. Questa serie di esercizi aiuta a sviluppare coordinazione, bilanciamento e controllo del corpo.
  • Uso di sacchi da boxe e guantoni: gli allenamenti includono spesso il lavoro con sacchi da boxe e guantoni per praticare i colpi, migliorare la precisione e costruire la massa muscolare.
  • Esercizi di condizionamento fisico: si tratta di allenamenti come circuiti di fitness che includono salti, squat, piegamenti sulle braccia e altri esercizi per migliorare la forza e la resistenza.
  • Stretching e raffreddamento: quest’ultima fase è fondamentale per rilassare i muscoli dopo il lavoro svolto e migliorare la flessibilità.

Gli stili e le regole del kick boxing

Esistono diversi stili di kick boxing, ciascuno con le sue peculiarità e regolamenti. Lo stile americano, ad esempio, permette l’uso di pugni e calci sopra la vita, mentre lo già citato stile Muay Thai (spesso considerato una forma di kick boxing) include l’uso di gomitate e ginocchiate. Altri stili, come il kick boxing giapponese (K-1), hanno regole che si possono considerare un ibrido tra queste due forme. Diverse organizzazioni sportive hanno il proprio insieme di regole per il kick boxing, per esempio la World Kickboxing Association (WKA) e la International Kickboxing Federation (IKF) che hanno ognuna un proprio set di regole e regolamenti. In pratica, ogni singola realtà è libera di stabilire come debbano essere condotte le competizioni sotto la loro egida – incluse le protezioni obbligatorie, il sistema di punteggio, la durata dei round e i criteri di giudizio.

TommL/gettyimages.it

Tutti i pro del kick boxing

Questa attività dinamica e coinvolgente è un potente strumento per mantenersi in forma, e offre anche una serie di benefici che toccano diversi aspetti della vita quotidiana. Nel paragrafo seguente esploreremo i numerosi vantaggi del kick boxing, indipendentemente dall’età o dal livello di esperienza – dal miglioramento della salute cardiovascolare e della forza fisica, alla riduzione dello stress e al potenziamento dell’autostima.

  • Il kick boxing è estremamente efficace nel migliorare la forma fisica generale. Oltre a essere un eccellente allenamento cardiovascolare, aiuta a costruire forza, resistenza e flessibilità. Secondo uno studio del Journal of Strength and Conditioning Research, praticare regolarmente kick boxing può portare a miglioramenti significativi nella composizione corporea e nell’efficienza cardiorespiratoria.
  • Al di là dei benefici fisici, il kick boxing ha un impatto positivo sulla salute mentale. La pratica regolare aiuta ad abbassare il cortisolo (quindi ridurre lo stress), migliora l’umore e aumenta la fiducia in se stessi. Ricerche come quelle condotte dall’American Psychological Association hanno evidenziato come il coinvolgimento in sport di combattimento riesca a ridurre i sintomi di ansia e depressione.
  • Il kick boxing, inoltre, fornisce strumenti efficaci per la difesa personale. Attraverso l’apprendimento di tecniche di colpi e parate, i praticanti sviluppano una maggiore consapevolezza della sicurezza personale.

Esistono dei contro nel praticare kick boxing?

Nonostante i numerosi benefici, è però importante considerare anche gli aspetti meno positivi associati alla pratica del kick boxing. Come qualsiasi sport o attività fisica, comporta alcuni rischi che non vanno trascurati: dall’esposizione a potenziali infortuni fino alle considerazioni sull’impatto a lungo termine sul corpo, approfondiamo i principali “contro” che possono accompagnare questa disciplina.

  • Come per tutti gli sport da combattimento, il kick boxing presenta un certo livello di rischio di infortuni. Le lesioni variano da semplici dolori post allenamento fino a contusioni, strappi muscolari, tagli, e lesioni ai legamenti. In sport come il kick boxing, gli infortuni più comuni interessano gli arti e la testa.
  • L’alta intensità e l’impatto ripetitivo delle tecniche di kick boxing causano stress e usura in particolare sulle articolazioni. Diversi studi hanno infatti esaminato come gli sport di combattimento possano accelerare l’usura articolare, specialmente nelle ginocchia e nelle caviglie.
  • Fondamentale è praticare il kick boxing in ambienti sicuri e sotto la guida di istruttori qualificati. Scegliere palestre con buone credenziali e istruttori con esperienza è la base per un’esperienza di sport sicura e produttiva.

Praticare sport e adottare un corretto stile di vita sono abitudini ottimali per prendersi cura di sé fin da giovani. In più, se hai meno di 30 anni, puoi contare sulla polizza sanitaria UniSalute Under30, un supporto affidabile che mette a disposizione videoconsulti online in più di venti specialità mediche, visite specialistiche a prezzi scontati nelle strutture convenzionate e il rimborso dei ticket ospedalieri.

Conoscevate i pro e i contro del kick boxing?


Immagine in evidenza di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia commento

    Nessun commento