Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
Zaino pesante

Zainetto scolastico: le regole per evitare danni alla schiena e i consigli per acquistare il più adatto

Settembre, tempo di ricominciare le attività. In particolare lo sport per i bambini e il loro rientro a scuola, carico di aspettative, paure e curiosità. Ad essere coinvolto, in questo nuovo inizio dell’anno, non è solo l’aspetto psicologico, ma anche il corpo e la salute. Non è raro, infatti, vedere i nostri piccoli caricarsi di uno zaino pesante, spesso “più grande di loro” e portato in maniera scorretta. Le conseguenze di queste cattive abitudini, oltre al mal di schiena, possono essere più serie: ricerche scientifiche hanno infatti dimostrato come lo zaino possa influire in maniera determinante sul sistema posturale, causando anche scoliosi e ipercifosi (dorso curvo).

Ecco perché, in occasione del rientro a scuola, può essere utile ricordare alcune buone regole.

Vediamo allora come scegliere uno zaino e come usarlo correttamente.

Mal di schiena e zainetto scolastico

Zainetto scolastico

Premesso che l’aspetto fondamentale per la salute della colonna vertebrale è insegnare ai bambini a stare dritti con la schiena, sia in piedi, sia seduti, occorre sottolineare che non esistono particolari differenze tra zaino (carico simmetrico) o cartella (carico asimmetrico), a dispetto di quanto comunemente si pensi. Infatti, con la cartella è possibile cambiare frequentemente mano, riducendo l’asimmetria di carico e l’affaticamento della schiena.

Quello che, invece, le più recenti ricerche scientifiche hanno evidenziato, riguarda la correlazione tra zaino pesante e mal di schiena. In particolare, alcuni parametri correlati allo zainetto (fatica, pesantezza, tempo in cui viene portato), sono fattori di rischio per il mal di schiena, ma non sono pericolosi in sé (forse con l’eccezione del solo tempo di trasporto). Il pericolo sembra derivare da una combinazione tra peso dello zainetto e fisico più debole. Infatti, ragazzi allenati, che fanno più sport a scuola e fuori sono in grado di sopportare meglio il peso dello zainetto e quindi di avere anche meno mal di schiena.

Quali sono, allora, i consigli da tenere a mente?

Zaino pesante: consigli utili

Acquistare zaino scolastico

Acquisto

Al momento dell’acquisto di uno zainetto può essere utile considerare che:

  1. lo zaino è “come un vestito”: controllate che la taglia non sia enorme.

  2. Uno zaino di grandi dimensioni sarà probabilmente uno zaino di grande peso.

  3. Anche lo zainetto vuoto ha un suo peso che contribuisce a quello totale.

  4. Gli zaini con aperture a soffietto offrono un maggior volume e danno un maggiore sbilanciamento posteriore.

  5. Uno zaino senza schienale provoca un accumulo del peso verso il basso (effetto “sacco di patate”).

  6. Le bretelle devono essere ampie ed imbottite.

  7.  È sempre meglio che ci sia una cintura addominale con fibbia.

  8. È opportuno che ci sia una solida e confortevole maniglia.

Modalità d’uso

Zaino precauzioni

Sapere come orientarsi prima di comprare uno zaino scolastico è utile, ma è importante anche portarlo correttamente:

  1. riempire lo zainetto partendo dallo schienale con i libri più grandi e pesanti e continuando con libri, quaderni o altro di dimensioni, volume e peso minore

  2. Indossare lo zainetto utilizzando entrambe le bretelle.

  3. Regolare bene e sempre le fibbie delle bretelle.

  4. Ricordarsi di usare sempre e bene la cintura di fissaggio addominale.

  5. Lo schienale rigido dovrà essere sempre aderente alla schiena

  6. La parte inferiore dello zainetto indossato non deve oltrepassare la linea delle anche.

  7. Saltuariamente si può usare lo zainetto, se il suo peso non è eccessivo, come cartella utilizzando l’apposita maniglia.

Cosa evitare

Correre con lo zaino

Infine, alcuni consigli su comportamenti da evitare, rivolti direttamente a bambini e ragazzi che quotidianamente portano uno zaino pesante per andare a scuola:

  1. portare lo zainetto su una spalla sola.

  2. Sovraccaricarlo con materiale non necessario.

  3. Sollevarlo rapidamente.

  4. Correre con lo zainetto in spalla.

  5. Tirare” un compagno per lo zainetto.

Zaino pronto, è ora di ripartire verso un nuovo anno scolastico. Tuttavia, se i vostri figli non ne hanno tanta voglia, potete imparare come motivare i bambini allo studio, sostenendoli nel modo corretto, con i consigli di una psicoterapeuta. Dal punto di vista del movimento, invece, un’ulteriore garanzia può venire dalla sanità integrativa: la polizza Protezione Famiglia Ragazzi, per esempio, include trattamenti fisioterapici e riabilitativi in caso di infortunio, ma anche un interessante sconto per i prodotti della Garmin, tra cui gli orologi ad alto tasso tecnologico per contare i passi da casa a scuola fatti con lo zaino. 

Ora non vi rimane che la scelta: zaino o cartella?

 

(Informazioni fornite dall’Istituto Scientifico Italiano Colonna Vertebrale – ISICO – , che promuove e sviluppa un approccio innovativo nell’ambito del trattamento riabilitativo non chirurgico delle patologie della schiena).

Elena Rizzo Nervo
Bolognese, lavora nel mondo della comunicazione occupandosi di alimentazione, agricoltura biologica e ambiente. É redattrice per "Il Giornale del Cibo" per il quale scrive su tematiche inerenti la nutrizione e i corretti stili di vita

COMMENTA