Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
Sport invernali

Sport invernali: consigli, attrezzature e benefici per la salute

Ecco arrivato, anche quest’anno, dicembre. Tra preparativi per le feste, lista dei regali e grandi abbuffate, non è sempre facile trovare il tempo per fare movimento, e il freddo non aiuta poiché ci rende più pigri e casalinghi che mai. Tuttavia questa stagione potrebbe essere l’occasione giusta per dedicarsi agli sport invernali, sia per chi ama fare sport che per i principianti che vogliono sperimentare nuove attività, approfittando, magari, di una vacanza in montagna.
Mantenersi in forma, infatti, è importante tutto l’anno e anche durante la stagione fredda non mancano le possibilità per allenarsi e divertirsi.

Vediamo, allora, quali sono gli sport invernali più diffusi e dove praticarli.

Sport invernali sulla neve: benefici e consigli per principianti

La possibilità di allenarsi all’aria aperta non è caratteristica solo degli sport estivi. Esistono, infatti, anche degli sport invernali sulla neve che permettono il contatto con la natura: basta ripararsi bene dal freddo, seguire corsi se non si è allenati e fare attenzione alla sicurezza. I principali sono sci, sci di fondo e snowboard, che si praticano su neve naturale o artificiale.

In Italia esistono 292 comprensori sciistici, che coprono più di 5900 km di piste per tutti i gusti. Approfittate, quindi, delle vacanze invernali per abbandonare il divano e scoprire tutti i benefici degli sport invernali.

Sci e sci di fondo

Sci di fondo

Lo sci è lo sport invernale per eccellenza, praticato da uomini e donne e adatto anche ai bambini, a partire dai 4 anni. Che si tratti della settimana bianca o anche solo di un weekend fuori porta, sono molti i motivi per sceglierlo tra gli sport invernali: il primo è che mette al lavoro tutto il corpo, con effetti positivi sulla salute generale.

Naturalmente non ci si improvvisa sciatori: che si tratti di discesa o di fondo, bisogna sempre considerare il fatto che questo sport invernale sollecita legamenti e articolazioni e il rischio infortunio è purtroppo in agguato. Tuttavia, è possibile seguire corsi e allenarsi in tutti i comprensori, quindi il consiglio per i principianti è di partire con un istruttore, consultando prima il proprio medico per capire se può essere un’attività motoria adatta o meno alla propria condizione fisica. Appurati questi aspetti di prevenzione, è indiscutibile che sciare porti numerosi benefici. Ecco i principali:

  • aiuta a perdere peso

  • attenua l’ipertensione

  • migliora la coordinazione motoria

  • aiuta a tenere basso il colesterolo

  • agisce sulla mente, migliorando l’umore

Inoltre, l’alta quota fa bene a chi soffre di malattie respiratorie, come asma o rinite allergica, e migliora il rifornimento di ossigeno dei tessuti, agendo positivamente sul sistema circolatorio.

Gli stessi benefici si ottengono praticando sci di fondo il quale, attraverso una rete di piste, permette di ammirare il paesaggio circostante, “passeggiando” sulla neve. L’importante è non dimenticare l’allenamento e l’idratazione, fondamentale per chi pratica sport e deve compiere lunghe distanze, come in questo caso. Tra gli sport invernali lo sci di fondo è il meno avventuroso, ma certamente il più sicuro e per questo è molto adatto anche ai bambini.

Come scegliere l’attrezzatura giusta

Naturalmente gli sport invernali richiedono attrezzatura adeguata, quindi se siete principianti o non sciate spesso, potreste noleggiare sci, scarponi e casco direttamente in montagna, e mettervi in gioco. In linea generale, considerate che i criteri di scelta per l’equipaggiamento adatto si basano su altezza, peso e sesso dello sciatore, sul livello tecnico, anche in base alla frequenza con cui si scia, e sul tipo di utilizzo, ovvero quale terreno e quale pista. Se siete alle prime armi e tra gli sport invernali avete scelto lo sci, fatevi consigliare e partite da piste adatte ai principianti: ad esempio il Torgnon o l’area del Plan Maison in Valle D’Aosta, l’Alpe di Siusi in Alto Adige o il Passo del Tonale in Lombardia, che offrono possibilità di apprendimento anche per i più piccoli.

Snowboard

Snowboard

Lo snowboard è una valida alternativa agli sci, che vengono sostituiti dalla tavola, permettendovi di scivolare sul ghiaccio, tra salti e acrobazie. Visto il crescente interesse verso questa attività, soprattutto da parte dei più giovani, in Italia sono diversi gli impianti che si sono aggiornati e che propongono snowpark dedicati: dai più piccoli a Roccaraso o al Cimone, passando per il rinomato impianto di Livigno, in Lombardia, fino al Trentino, con Madonna di Campiglio e Canazei che offrono molte possibilità per i “surfisti della montagna” di ogni età. Lo snowboard è infatti uno sport adatto a tutti, ma anche in questo caso è d’obbligo rivolgersi ad un maestro e non improvvisare. Infatti, una giornata sulla tavola richiede un buon allenamento muscolare, resistenza e sicurezza nei movimenti. Nello specifico, chi soffre di problemi articolari dovrebbe fare molta attenzione, per non rischiare infortuni e peggiorare la situazione. Tuttavia, come per lo sci, non mancano gli aspetti positivi per la salute, in quanto praticare snowboard aiuta a:

  • migliorare equilibrio e coordinazione

  • tonificare glutei e gambe

  • potenziare i muscoli degli arti inferiori e gli addominali

  • aumentare la capacità di concentrazione e il senso di benessere

Una tavola per ogni rider

Se tra gli sport invernali state pensando di farvi tentare dallo snowboard, informatevi bene sull’attrezzatura, che è composta da tavola, attacchi, scarponi e casco, facendovi consigliare da un esperto. Intanto può esservi utile sapere che esistono tre tipologie di tavole, ovvero la freestyle, adatta a chi è alle prime armi, da discesa libera che per la sua versatilità copre gran parte della domanda del settore, e infine da sci alpino, per chi è già esperto. La scelta va fatta in base allo stile desiderato e al grado di esperienza.

La lista degli sport invernali non è finita qui. Se neve e discese non fanno per voi, potreste preferire un’attività da svolgere al chiuso.

Sport invernali sul ghiaccio

Scegliere uno degli sport invernali sul ghiaccio non significa salvarsi dal freddo, tuttavia si tratta di attività che per lo più si praticano su piste all’interno di stadi, per cui è possibile stare riparati dal vento, mentre il ghiaccio rappresenta la caratteristica comune di questi sport che richiedono l’utilizzo di pattini (o mezzi per scivolare, come il bob). Possono essere scelti non solo come svago durante le vacanze invernali, ma come attività sportiva vera e propria, fin da piccoli, anche se i costi dell’attrezzatura e la scarsa diffusione degli impianti (ad esempio, nelle palestre scolastiche) li rendono meno praticabili rispetto a sport più classici come calcio e pallavolo.
L’elenco intero sarebbe lungo, per cui scegliamo di parlarvi dei due sport invernali sul ghiaccio più famosi e amati.

Pattinaggio sul ghiaccio

Pattinaggio sul ghiaccio

Copyright: posztos
Attribuzione Editoriale: posztos / Shutterstock.com

Se d’inverno siete costretti a rinunciare alla bici e ai suoi effetti positivi sulla salute, potreste considerare di darvi al pattinaggio, uno sport completo e per questo molto adatto fin dalla giovane età. Che si tratti di uno svago o di una vera e propria disciplina sportiva, il pattinaggio sul ghiaccio mette in moto tutto il corpo, con numerosi vantaggi per la salute, oltre al divertimento assicurato. Questo sport invernale piace, infatti, perché si propone come un misto tra danza e atletica e, con la preparazione giusta, può essere praticato da tutti a livello amatoriale, fin da piccolissimi, per imparare equilibrio e coordinazione. Ma i benefici a livello fisico non finiscono qui. Ecco tutti i buoni motivi per scegliere il pattinaggio tra gli sport invernali:

  • stimola la circolazione venosa

  • potenzia i muscoli di gambe, glutei, braccia e addominali

  • aiuta a bruciare i grassi

  • migliora la postura

Purtroppo il pattinaggio sul ghiaccio può comportare il rischio di infortuni, soprattutto distorsioni, fratture e strappi, per cui è importante imparare a “cadere nel modo giusto” ed essere molto prudenti, soprattutto in fase iniziale quando non si è esperti. Per chi vuole provare, Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Valle D’Aosta e Friuli-Venezia Giulia hanno impianti sciistici attrezzati anche con piste da ghiaccio, mentre soprattutto per i bambini che amano questa attività, il periodo natalizio offre la possibilità di trovare piste create ad hoc nei Christmas Village di molte città italiane: da quelle all’aperto di Napoli e Bologna, fino alla pista indoor di Milano, ai Giardini Montanelli, la più lunga del Nord Italia (100 metri).

Pattinare sul ghiaccio è la base anche per praticare un altro sport che sta diventando via via sempre più conosciuto anche in Italia.

Hockey sul ghiaccio

Hockey sul ghiaccio

Rispetto agli sport invernali che abbiamo visto, l’hockey sul ghiaccio si distingue principalmente per essere uno sport di squadra. I pattinatori, opportunamente equipaggiati, devono portare un dischetto nella porta avversaria, attraverso l’uso di un bastone ricurvo. L’hockey è lo sport nazionale del Canada, non a caso uno dei paesi più premiati nella storia dei campionati mondiali, ma inizia ad essere sempre più diffuso anche alle nostre latitudini. In questa occasione non entreremo nel merito di regolamento, penalità ed equipaggiamento, per cui potete fare riferimento al vostro allenatore qualora decidiate di iscrivervi ad un corso. Si tratta certamente di un’attività molto faticosa, che implica un frequente contatto fisico e comporta il rischio di lesioni, per cui richiede un allenamento specifico e non è uno sport adatto a tutti. Anche nell’hockey sul ghiaccio i benefici a carico della salute sono molteplici:

  • sviluppa massa muscolare

  • aumenta la potenza fisica

  • allena alla resistenza

  • stimola le funzioni cardiache e respiratorie

  • migliora equilibrio e coordinazione

I principali stadi del ghiaccio si trovano in Canada Stati Uniti e Nord Europa, tuttavia anche in Italia esistono strutture dove poter praticare questo sport, soprattutto in Alto Adige, ma sono famosi lo Stadio Olimpico del Ghiaccio di Cortina D’Ampezzo e il Palasport Olimpico di Torino, che ospitò i Giochi Invernali del 2006.

Se l’arrivo del freddo vi ha proprio tolto di dosso la sedentarietà e cercate altre idee originali per i vostri sport invernali, potete sempre dare un’occhiata alle discipline dei Giochi Olimpici Invernali: dal bob, al curling, al salto con gli sci, non mancheranno le possibilità per sperimentare e divertirsi, ma fate attenzione agli infortuni!

Già, perché che siate da neve o da ghiaccio, la costante in tutti gli sport invernali che abbiamo visto è legata al rischio infortuni, in quanto sono attività di equilibrio e di sforzo fisico notevole.

Per questo è importante non lasciare nulla al caso, soprattutto se decidete di cimentarvi in occasione delle vacanze di Natale e non volete rovinarvele. Meglio pensare prima a tutto: abbigliamento impermeabile comodo, resistente al vento e con una buona traspirazione, guanti, occhiali, casco, un bravo maestro e una polizza infortuni che vi permetta di ricevere la migliore assistenza, tempestiva e a prezzi contenuti, in qualunque parte d’Italia vi troviate, godendovi solo il bello dello sport.

Tra questa lista di sport invernali quale preferite? Avete scelto tra pesi, pattini e sci?

Elena Rizzo Nervo
Bolognese, lavora nel mondo della comunicazione occupandosi di alimentazione, agricoltura biologica e ambiente. É redattrice per "Il Giornale del Cibo" per il quale scrive su tematiche inerenti la nutrizione e i corretti stili di vita

COMMENTA