Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
Crossfit allenamento

CrossFit: quali risultati si ottengono e a chi è sconsigliato

Non si può certo affermare che sia uno dei trend del fitness del 2017, tuttavia il crossfit si conferma una delle attività sportive più amate dagli italiani, e non solo. Le ragioni del successo sono le più varie e coinvolgono l’approccio filosofico e mentale all’esercizio fisico, nonché la carica di agonismo che viene stimolata durante la pratica. Incuriosiscono molto anche i risultati, in termini di salute e miglioramento della forma fisica, visibili in chi pratica questa disciplina.

Vediamo, dunque, in cosa consiste il crossfit, dando alcuni consigli utili per valutare se è proprio lo sport che fa per noi.

Come funziona un allenamento di crossfit?

Crossfit esercizi

Il CrossFit è un sistema di fitness brevettato nel 2000, inventato da Greg Glassman che, insieme a Lauren Jenai, ha fondato la CrossFit Inc., società detentrice del marchio. L’idea era quella di elaborare un programma di allenamento che mescolasse e combinasse insieme l’esercizio aerobico, la ginnastica ritmica a corpo libero e il sollevamento pesi olimpico.

Una lezione tipo di CrossFit della durata di un’ora, in una delle palestre affiliate con il marchio, si compone generalmente di cinque fasi differenti:

  1. Riscaldamento;
  2. Esercizi di sviluppo delle capacità specifiche;
  3. Allenamento ad alta intensità;
  4. Allenamento del giorno, denominato spesso semplicemente “WOD” dall’inglese “Workout of the day”;
  5. Fase di stretching in gruppo oppure individuale.

Quali sono gli esercizi del CrossFit?

Squat

Come anticipato, l’allenamento di CrossFit attinge a molte discipline differenti, di conseguenza sia durante le fasi fisse che nei vari WOD vengono spesso proposti esercizi molto vari:

  • sollevamento pesi;
  • powerlifting;
  • pliometria;
  • esercizi di peso corporeo;
  • esercizi aerobici;
  • squat;
  • affondi;
  • crunch;
  • corsa;
  • push-up;
  • pull-up.

Quali sono gli attrezzi del CrossFit?

Crossfit corda per saltare

Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di miglioramento della forma fisica che il CrossFit prevede, vengono impiegati con regolarità anche diversi attrezzi, anche in questo caso spesso “presi in prestito” da altre discipline:

  • bilancieri;
  • manubri;
  • anelli da ginnastica;
  • bar pull-up;
  • corda per saltare;
  • kettlebell;
  • palla medica;
  • box pliometriche;
  • bande di resistenza;
  • vogatori;
  • stuoie.

I consigli per l’abbigliamento

Scarpe crossfit

 

Prima di individuare a chi è consigliato il CrossFit e a chi no, può essere utile raccogliere alcuni consigli sull’abbigliamento adatto per l’allenamento. È importante, infatti, scegliere delle scarpe da ginnastica adatte ai tipi di esercizi che compongono l’allenamento. Inoltre, il consiglio è di acquistare pantaloni, canotte o magliette resistenti ed elastiche, in maniera che possano resistere agli sforzi.

Per rispondere alle esigenze degli utenti, un numero sempre maggiore di aziende specializzate nella produzione di abbigliamento sportivo ha creato una linea apposita, pensata proprio per le esigenze del CrossFit.

Quali risultati aspettarsi?

Crossfit allenamento

 

La diffusione del CrossFit ha attirato l’attenzione anche della comunità scientifica che, negli ultimi anni, si sta dedicando alla disciplina. In particolare, nel 2003 un primo studio sugli effetti e i risultati del CrossFit è stato realizzato da Michael Smith, Allan Sommer, Brooke Starkoff e Steven Devor del dipartimento di Scienze Umane della Ohio State University.

Dopo aver selezionato 54 persone, donne e uomini, ad un differente livello di forma fisica, i ricercatori hanno pianificato un percorso di allenamento di 10 settimane al fine di misurare, all’inizio e alla fine del periodo, due indicatori: la composizione corporea e il massimo consumo di ossigeno.

Concluse le 10 settimane di allenamento, tutti i partecipanti hanno migliorato entrambi gli indicatori, nonché diminuito la massa grassa. L’elemento che i ricercatori sottolineano è che anche chi partiva da uno stato di forma più debole ha potuto osservare dei miglioramenti, e si tratta di un segnale incoraggiante per chiunque voglia iniziare a praticare il CrossFit con l’obiettivo di dimagrire e tonificare il corpo. Tuttavia esistono alcune controindicazioni: vediamo quali e per chi.

A chi è sconsigliato il crossfit?

Fisioterapia

Dal momento che il CrossFit è un tipo di allenamento ad alta intensità con esercizi svolti spesso in breve tempo, il primo rischio che si corre è quello di prediligere il completamento della performance rispetto alla tecnica. Un problema che può causarne uno ulteriore e più grave: aumentare il rischio di infortuni.

Inoltre, è quanto di più lontano possa esistere dalla ginnastica dolce, solo per fare un esempio, di conseguenza non è consigliato per chi soffre di problemi alle articolazioni, alla schiena o cardiaci. In questi casi, è preferibile consigliare il proprio medico prima di iscriversi ad una palestra di CrossFit.

Se il vostro medico esprime un parere favorevole oppure vi sentite in forma perché già praticate altri sport, come la corsa o il ciclismo, potreste comunque scegliere di stipulare una polizza assicurativa fisioterapica che possa coprire gli infortuni durante l’allenamento. La soluzione proposta da UniSalute, per esempio, include trattamenti di fisioterapia e riabilitazione gratuiti a seguito di infortunio e in presenza di un certificato di Pronto Soccorso; sconti per prestazioni fisioterapiche ulteriori, se svolte presso i centri convenzionati; servizi di consulenza telefonica per tutti gli associati. L’assicurazione non sostituisce, certo, la prudenza e il buon senso durante l’allenamento, ma ci consente di concentrare le nostre energie sugli esercizi del CrossFit: conoscevate questa disciplina?

Angela Caporale
Friulana trapiantata a Bologna, dove lavora nel campo del giornalismo e della comunicazione. Per UniSalute scrive articoli di approfondimento su temi trasversali legati alla salute, al benessere e alla prevenzione.

1 Commento

  1. Superata la fase di “moda”, oggi il CrossFit si sta finalmente imponendo come uno sport a sé, con programmazioni e modalità di allenamento codificate, gare ed eventi nazionali ed internazionali e un seguito sempre più numeroso: basti pensare che solo a Roma oggi si contano una quarantina di box ufficiali, mentre in tutta Italia il numero ha abbondantemente superato le 600 unità! Nonostante si tratti di una disciplina innegabilmente impegnativa, nel nostro box vediamo allenarsi quotidianamente persone di ogni età, a volte con un passto sportivo importante alle spalle e, in altri, reduci da anni di vita sedentaria. Imparare nuovi gesti atletici, perfezionare i movimenti, sviluppare forza, resistenza e coordinazione sono alcuni degli obiettivi principali delle nostre lezioni, ma al di là dei benefici fisici, è giusto sottolineare che il CrossFit consente di allenarsi in modo efficace e in compagnia, naturalmente sempre seguiti da coach professionisti.

COMMENTA