Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
Yoga per anziani

Yoga per anziani: come funziona e perché fa bene?

Lo yoga è la pratica del benessere per eccellenza. Infatti, combinando movimenti lenti con un’attenzione particolare al respiro, è una disciplina che fa bene al corpo e alla mente. Rappresenta, poi, una risorsa preziosa per gli over 65, poiché da un lato consente di fare del movimento fisico calibrato sulle proprie capacità e, dall’altro, trasmette una sensazione di calma e pace, che contribuisce ad affrontare con serenità qualsiasi età della vita. Scegliere lo yoga per anziani, dunque, è anche un’efficace strategia di prevenzione, utile per mantenerci in salute il più a lungo possibile.

Vediamo quali sono i principali benefici di questa pratica, come scegliere il tipo di yoga più adatto alle proprie esigenze e per quale motivo questa attività ci aiuta a stare meglio oggi, ma pensando al domani.

Perché lo yoga fa bene agli anziani?

I benefici dello yoga per gli anziani sono molteplici e confermati da molti over 65 che, negli ultimi anni, hanno deciso di dedicarsi con costanza a questa pratica.

Allevia i dolori cronici

Yoga per anziani contro dolori

Lo yoga prevede esercizi di stiramento e torsione che possono alleviare i dolori derivati da patologie croniche molto diffuse tra gli anziani, ed esempio l’osteoporosi e l’artrite, come confermato da uno studio dell’Harbor-UCLA Medical Center. Inoltre, consente di agire concretamente sull’incurvamento della schiena, anch’esso disturbo tipico dell’età: infatti, non solo aiuta a mantenere la schiena più flessibile e la postura più corretta, ma riduce il rischio di abituarsi a posizioni scorrette che sul momento sembrano darci sollievo, ma a lungo termine possono provocare fastidiosi dolori.

Combatte i rischi della sedentarietà

Abbiamo già visto che la vita sedentaria comporta molti rischi, in particolare in ambito cardiovascolare, per questa ragione una delle regole d’oro del benessere è fare sempre movimento. In questo senso lo yoga rappresenta una preziosa alternativa per gli anziani poiché, pur non comportando uno sforzo fisico pesante, agisce sulla flessibilità dei muscoli e sulla lubrificazione delle articolazioni.

Consente di controllare la pressione

Yoga respiro

La combinazione di esercizi lenti, l’enfasi sul respiro e, magari, l’impiego di una musica rilassante durante la sessione di yoga, incide positivamente sulla pressione. Infatti, il senso di calma e benessere che deriva dalla pratica tende a far abbassare la frequenza del battito cardiaco.

Migliora l’umore

La dimensione meditativa dello yoga ha un concreto impatto positivo anche sull’umore. Ciascuna sessione, infatti, è strutturata in maniera che tutte le energie mentali vengano focalizzate sul movimento. Il risultato è che pensieri e problemi tendono ad allontanarsi, lasciando spazio ad un senso di leggerezza e benessere prezioso a qualsiasi età.

Influisce positivamente sul sonno

Yoga migliora sonno

Infine, lo yoga ha un impatto positivo su un altro aspetto che, con l’avanzare dell’età, tende a diventare più critico per tutti: la regolarità del sonno. Alcuni studi suggeriscono che praticare in maniera costante meditazione e yoga fa sì che si riduca sensibilmente il tempo necessario per addormentarsi e, di conseguenza, il rischio di insonnia e altri disturbi.

Yoga per anziani: come funziona

Alla luce dei molti benefici di questa pratica sono sempre di più i centri che organizzano sedute di yoga per anziani. È fondamentale, da questo punto di vista, assicurarsi che l’insegnante sia consapevole degli eventuali problemi fisici di ciascuno per poter calibrare individualmente il percorso.

In generale, lo yoga per anziani prevede movimenti lenti, graduali e semplici come piegamenti, allungamenti, lievi torsioni e sequenze che non richiedano un eccessivo sforzo muscolare e delle articolazioni.

Praticare lo yoga insieme ad un istruttore non è utile solamente perché consente di essere seguiti in ogni movimento, ma anche perché in questo modo si introduce l’elemento della socialità, cruciale per la terza età, una fase della vita in cui la solitudine ha un forte impatto sulla qualità della vita.

Non esistono particolari controindicazioni alla pratica dello yoga per anziani, per cui è generalmente consigliato a tutti. L’importante, ed è bene ribadirlo, è consultarsi con l’istruttore affinché possa indicare quali sono le posizioni più adatte e funzionali al benessere e alla salute dell’anziano.

Le pratiche più utili

Yoga anziani posizioni

Il sito SeniorFitness.net ha individuato alcune posizioni che sono particolarmente indicate per gli anziani, proprio per la capacità di agire sulla flessibilità senza uno sforzo eccessivo.

  • Sbarra
  • Cobra
  • Cat cow
  • Tabletop
  • Guerriero
  • Triangolo
  • Piccione reale
  • Torsione da seduti e da distesi
  • Albero
  • Sarvangasana
  • Ananda Balasana
  • Cane.

In generale, lo yoga è un’ottima forma di prevenzione proprio perché attraverso la pratica quotidiana ci consente di migliorare la nostra condizione di benessere. Non è l’unica, però, infatti è altrettanto importante non saltare gli screening annuali e stipulare una assicurazione sanitaria come, per esempio, quella proposta da UniSalute, che prevede un servizio di sostegno domiciliare nel caso in cui ci sia bisogno di cure specifiche o di riabilitazione post ricovero ospedaliero. Affidandoci alla sanità integrativa, ad uno stile di vita sano e allo yoga per anziani mettiamo in pratica tutte le “buone pratiche” per vivere la terza età come una vera e propria seconda giovinezza, serena e in salute.

Angela Caporale
Friulana trapiantata a Bologna, dove lavora nel campo del giornalismo e della comunicazione. Per UniSalute scrive articoli di approfondimento su temi trasversali legati alla salute, al benessere e alla prevenzione.

COMMENTA