Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
Girello per anziani

Girello per anziani: è davvero d’aiuto e come scegliere quello giusto?

“Qual è l’animale che, appena nato, al mattino ha quattro zampe, a mezzogiorno ne ha solo due e la sera tre?” Edipo non ha dubbi, la risposta all’enigma della sfinge è l’uomo. Infatti, con l’avanzare dell’età, la sera della metafora, molte persone faticano a compiere gesti come alzarsi da una sedia, camminare a passo sostenuto, inginocchiarsi autonomamente. Per questo motivo potrebbero aver bisogno di un bastone o di un supporto, la terza zampa dell’indovinello. Oggi, grazie allo sviluppo tecnologico, abbiamo molte alternative per chi avesse bisogno di un sostegno per camminare o per supportare il proprio peso stabilmente. Esistono, infatti, girelli per anziani di vari modelli e con funzionalità differenti. Scegliere quello giusto è fondamentale, infatti, per fare un esempio, l’impiego di un deambulatore combinato alla fisioterapia può facilitare la riabilitazione dopo la frattura del femore.
Vediamo, dunque, come funzionano e come individuare quello più adatto alle proprie esigenze.

Girello per anziani: come funziona?
Girello anziani come funziona

I deambulatori per anziani sono delle semplici strutture con rotelle o senza che permettono di camminare agevolmente. Il funzionamento è molto intuitivo: è sufficiente appoggiarsi, assicurarsi di aver afferrato saldamente le maniglie e muoversi normalmente.

Esistono molti modelli differenti di girello per anziani, tuttavia è fondamentale che l’altezza sia regolabile affinché il telaio di sostegno arrivi fino all’anca. L’obiettivo è che le braccia siano leggermente piegate, in maniera naturale: questa posizione favorisce una corretta circolazione sanguigna negli arti.

L’acquisto di un deambulatore è particolarmente indicato per chi fino a poco tempo prima aveva piena autonomia di movimento, per chi ha subito in ricovero ospedaliero, chi è stato vittima di un incidente domestico, situazione piuttosto frequente oppure durante la riabilitazione dopo un infortunio, come la frattura del femore. Inizialmente, molti anziani sono scettici all’idea di utilizzarlo, ma altrettanto spesso il livello di autonomia che riescono a riconquistarsi in questo modo fa sì che cambino idea. Infatti, il girello non solo restituisce parte della mobilità perduta, ma permette maggiore tranquillità anche al resto della famiglia che sa di poter contare su uno strumento stabile e utile.

Alluminio o acciaio, a ciascuno il suo

Girello materiali

Per orientarsi tra i modelli di girello per anziani presenti sul mercato è importante valutare bene le proprie esigenze e le caratteristiche tecniche delle varie proposte. Un primo elemento che condiziona il peso e la qualità del deambulatore è il materiale. Esistono, in particolare, girelli di acciaio o di alluminio. Nel primo caso, il prodotto è molto solito e, quindi, pesante: la principale caratteristica è la stabilità e la presenza di ruote nelle due gambe anteriori. Al contrario, il girello di alluminio è più versatile: grazie alla sua leggerezza, si può facilmente maneggiare e spostare. Inoltre, viene prodotto con due ruote, quattro oppure senza.

La scelta tra le due opzioni è soggettiva: infatti, il girello deve essere comodo e confortevole per chi lo vuole utilizzare.

Scegliere il girello per anziani: dove lo userò?
Girello anziani casa

Come abbiamo visto, la scelta del deambulatore è fondamentale e dev’essere calibrata su chi lo utilizzerà per muoversi. Un altro criterio utile che possiamo impiegare mentre valutiamo i vari modelli è chiedersi dove verrà utilizzato.

Infatti, se il fine sarà muoversi più agevolmente in casa, possiamo scegliere un deambulatore maneggevole e leggero, senza preoccuparci della presenza o meno delle ruote. Infatti, tra le mura domestiche è improbabile che compaiano ostacoli imprevisti come buche, ghiaia e altri impedimenti da superare, al contrario sarà importante valutare con attenzione le dimensioni del girello e confrontarle con gli spazi della casa. Il rischio è, per esempio, quello di rimanere incastrati nelle porte.

Per muoversi fuori di casa, invece, bisogna tenere in considerazione tutti gli ostacoli e le barriere architettoniche che possiamo incrociare sulla strada. Il girello, in questo caso, dev’essere molto solido, deve permettere una presa particolarmente salda ed è consigliato che sia fornito di quattro ruote. Esistono, inoltre, alcuni prodotti studiati appositamente per muoversi in città, come i rollator, dotati di freni o addirittura di piccoli motori come il deambulatore-scooter. Spesso questi girelli per anziani sono progettati con un vano portaoggetti e un seggiolino imbottito per garantire il massimo comfort.

Girello anziani uso

In ogni caso, una volta acquistato il girello per anziani sarà importante verificare periodicamente il suo stato di manutenzione per ridurre il rischio di incorrere in incidenti domestici. Inoltre, il deambulatore va pulito regolarmente.

Come abbiamo già anticipato, il girello per anziani può essere necessario dopo un ricovero o un infortunio, eventualità che purtroppo con l’avanzare dell’età diventano più frequenti. Per poter vivere con più serenità questa fase della vita possiamo ricorrere sì ad un deambulatore, ma anche affidarci alla sanità integrativa. Stipulare una polizza come quella proposta da UniSalute proprio per gli Over 65 ci consente di contare sul supporto di professionisti del settore in caso di infortunio direttamente in casa.

Angela Caporale
Friulana trapiantata a Bologna, dove lavora nel campo del giornalismo e della comunicazione. Per UniSalute scrive articoli di approfondimento su temi trasversali legati alla salute, al benessere e alla prevenzione.

1 Commento

  1. Bianchi ha detto:

    Per le Persone disabili, anziane e per chiunque necessiti di ausili per migliorare la qualità di degenza, fisioterapia, recupero motorio, post intervento e deambulazione, Paramedicalshop.com fornisce tutte le risposte con precisione e velocità.

COMMENTA