Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
sci alpinismo

Sci alpinismo: come funziona, quali benefici per la salute, a chi è sconsigliato e dove praticarlo

Lo sci alpinismo è uno sport invernale che consiste nell’attraversare con gli sci, percorsi innevati fuoripista, ovvero esterni ad impianti sciistici e piste attrezzate, sia in salita che in discesa, e sempre su neve fresca. Un’attività che richiede una buona preparazione atletica: la salita è infatti molto faticosa e “avventurosa”, ma non è da meno la discesa, emozionante e ricca di adrenalina.

Come altri sport di montagna, comporta dei rischi, dati soprattutto dal rischio di valanghe, per questo motivo è considerato uno sport estremo, da praticare sempre in gruppo, per questioni di sicurezza.

Come è facile ipotizzare, lo sci alpinismo racchiude in sé molte discipline diverse. Vediamo insieme di cosa si tratta nel dettaglio e quali sono i suoi benefici sulla salute di chi lo pratica.

Che cos’ è lo sci alpinismo e come funziona

Lo sci alpinismo è un’unione di diversi sport di montagna, in grado di regalare momenti ed emozioni peculiari, anche molto diverse tra loro. È composto infatti dall’alpinismo, dallo sci e infine, dall’escursionismo, discipline differenti che tuttavia hanno un denominatore comune: l’amore per la scoperta e per la natura.

Durante la fase escursionistica, ovvero quella di salita della montagna, generalmente lo sci alpinista utilizza sentieri usati nella bella stagione, conosciuti e già segnati, a piedi o sugli sci, mentre per la fase di discesa, su neve fresca, indossa gli sci, da freeride o all mountain o in caso di momenti eccezionalmente pericolosi, cammina per mezzo di ramponi avvalendosi, se necessario, di piccozza e corde.

dove praticare lo sci alpinismo

COLOMBO NICOLA/shutterstocfk.com

Abbigliamento e attrezzatura necessari

Abbigliamento e attrezzatura sono fattori importanti per questa disciplina.

Innanzitutto optare per i classici 3 strati utilizzati nell’abbigliamento sportivo tecnico: intimo termico e traspirante, un secondo strato isolante ed un terzo strato protettivo, in modo da permettere al corpo di adattarsi alle diverse condizioni climatiche ed ai diversi momenti di escursione e discesa.

L’attrezzatura base dello sci alpinista invece consta di:

  • Scarponi da sci alpinismo
  • Ramponi per i tratto ghiacciati
  • piccozza e corda
  • attacchi
  • casco
  • sci e bastoncini. Il consiglio per i principianti è di utilizzare uno sci da scialpinismo facilmente manovrabile, intermedio: abbastanza leggero da consentire la salita, e abbastanza robusto per scendere in fuoripista.
  • Infine, ma non per importanza, mai dimenticare la sicurezza: chi pratica sci alpinismo deve avere sempre con sé il kit ARVA (l’Apparecchio di Ricerca in Valanga, un trasmettitore che in caso di slavina permette di farsi rilevare dai soccorritori), pala e sonda.
come prepararsi allo sci alpinismo

gorillaimages/shutterstock.com

Quali sono i benefici per la salute e a chi è sconsigliato lo sci alpinismo

Abbiamo definito lo sci alpinismo un vero e proprio sport estremo.

Questo non significa che si debba per forza essere campioni di Ironman per praticarlo: anche in questo caso la chiave del successo, proprio come accade per ogni tipo di sport, è la costanza.

Adattarsi, migliorando ed allenando le proprie capacità, incrementando le proprie performance, in vista della prova invernale data da questa disciplina, è il vero segreto dello sci alpinista.

Per praticarlo è basilare una buona preparazione fisica, ecco perché è bene procedere ad un allenamento costante e diversificato durante tutto l’anno solare.

È consigliabile quindi avvalersi di allenamenti multipli e diversificati in palestra ed in piscina, atti a rafforzare il sistema muscolo-scheletrico e quello cardio circolatorio.

Inoltre sarebbe bene praticare escursioni, durante la bella stagione, dai mille metri in su, per permettere un adattamento fisiologico alle condizioni di diversa concentrazione di ossigeno presente ad alta quota ed in grado di ripercuotersi sui muscoli, sul sistema respiratorio,sul sangue ed in ultima analisi, quindi, sulle performance atletico-sportive dello sci alpinista.

Infine, un consiglio utile per avvicinarsi a questo sport è quello di frequentare uno dei tanti corsi organizzati dai Club dedicati allo sci alpinismo, così da imparare le tecniche necessarie divertendosi e in completa sicurezza.

abbigliamento sci alpinismo

IM_photo/shutterstock.com

Come prepararsi allo sci alpinismo

La preparazione di una qualunque escursione, anche di sci alpinismo, racchiude in sé per natura molti pericoli: in primis neve e ghiaccio, possibilità di slavine ad essi correlato e rischi connessi a cadute o eventi traumatici.

Se per praticare lo sci alpinismo non è necessario avere ottime doti da sciatori, ciò che è davvero basilare invece è conoscere il luogo: avere dimestichezza con la montagna, i suoi sentieri ed i suoi pendii, infatti, è la premessa necessaria per una pratica sicura; in caso contrario, è bene affidarsi a una guida esperta.

Inoltre è sempre buona norma visionare per tempo i bollettini meteo relativi alle condizioni del manto nevoso della zona d’interesse. Un ulteriore supporto proviene dalle carte escursionistiche, messe a disposizione da numerosi editori incluso il CAI, oltre che la preziosa esperienza delle guide alpine delle zone di escursione.

Dove praticare lo sci alpinismo

Molti sono gli itinerari possibili, con livelli di difficoltà diversi, regionali, nazionali e internazionali. Meglio quindi scegliere il percorso assieme ad una guida alpina, o unirsi ad un gruppo già formato e rodato, optando inizialmente per itinerari semplici e, solo dopo aver superato un piccolo periodo di prova, sperimentare quelli di difficoltà maggiore.

Chi volesse programmare un’escursione, può comunque consultare una delle numerosissime guide a itinerari per chi pratica sci alpinismo, oltre che quelle messe a disposizione dai numerosi siti dedicati, tra cui quello del Club Alpino Italiano, che permettono di orientarsi geograficamente ma non solo.

Abbiamo visto quindi che lo sci alpinismo non è adatto a tutti: uno sport estremo necessita infatti di prestanza atletica e preparazione tecnica non banale, nonché particolare prudenza.
Ai neofiti della montagna consigliamo dunque di praticare sport invernali altrettanto coinvolgenti ma meno rischiosi, come il trekking sulla neve, che richiede comunque un buona dose di allenamento.

Altro suggerimento utile a chi pratica sport regolarmente e ama praticarlo anche sulla neve, ma preferisce tenersi lontano dalle attività eccessivamente rischiose e da ogni ansia, è quello di stipulare una polizza assicurativa come “Fisioterapia”, che copre le spese per le terapie in caso di infortuni che si verificano durante la pratica sportiva. Perché non saperne di più?

 

Fonti

“Tecnica di discesa nello sci alpinismo” Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo, Sci alpinismo e Arrampicata libera – I manuali del Club Alpino Italiano
“Sci-alpinismo. Avventurarsi in montagna con gli sci, in 100 esercizi progressivi”. Pietro Giglio
Cai.it
Ilmountainrider.com
planetmountain.com

Carmela Giambrone
Carmela Giambrone vive e lavora poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale e sostenibilità. Per UniSalute scrive di prevenzione, salute e benessere.

COMMENTA