Animale domestico: caneBenessereMamma e bambinoOsservatorio UnisaluteRagazza si allaccia le scarpe da corsaCoppia Terza EtàWelfare Aziendale Unisalute
run tune up

6 step per prepararsi alla Run Tune Up di Bologna

Un po’ come la vita, la maratona, rappresenta una sfida contro i limiti, ed è per questo che questa corsa affascina molti podisti. C’è addirittura chi sostiene che la maratona possa diventare per alcuni una “sorta di credo permanente” (Mauro Covacich, scrittore italiano dei nostri tempi) e che “basta aver corso volta soltanto per sentirsi maratoneti a vita.”
Che vogliate farlo diventare il vostro credo o meno, noi crediamo che sia giusto stimolare l’abitudine al movimento perché questo è salute. Così, in vista della Run Tune Up di Bologna, abbiamo pensato di lasciarvi qualche dritta per prepararvi nel migliore dei modi ad una divertente ed interessante sfida come la mezza maratona internazionale di Bologna.run tune up 2016

In questo articolo non troverete un programma dettagliato con tabelle specifiche e percorsi su misura ma indicazioni e consigli utili su come affrontare una mezza maratona.

Run Tune Up: 6 consigli per prepararsi ad una mezza maratona

Una mezza maratona è una corsa di lunghezza inferiore rispetto alla maratona tradizionale ma questo non vuol dire che ci non si debba preparare ugualmente in anticipo e con impegno. Ecco i nostri 6 consigli da seguire per prepararsi ad una mezza maratona come la Run Tune Up di Bologna.

   1. La Partenza

Può sembrare banale ma la partenza è un momento importantissimo. Sarete tutti felici di cominciare l’avventura ed avrete voglia di cominciare “a tutto gas”, ma è fondamentale partire con calma: una partenza ad alto volume potrebbe rendere difficoltoso trovare il giusto ritmo di corsa. Perché il segreto sta proprio nel trovare e in qualche modo “imporsi” un ritmo, da modificare (accelerare) eventualmente nella seconda fase della maratona.

  2. Il Riscaldamento

mezza maratonaFacciamo un passo indietro prima della partenza e parliamo del riscaldamento, un altro dei momenti che nessun runner deve sottovalutare. Avete mai sentito dire “devo spezzare il fiato”? In termini sportivi si dice così quando si è arrivati al giusto grado di attivazione prima di svolgere un allenamento o una gara. Certo, non c’è un modo giusto per spezzare il fiato, ogni persona ha caratteristiche diverse, e quindi per raggiungere il giusto grado di attivazione sono necessari tempi e modi differenti per ognuno di noi. Trovate i vostri tempi e le vostre modalità di riscaldamento, importantissimo è non saltare questa fase.

  3. Il Ristoro

Alla Run Tune Up di Bologna saranno presenti 4 punti ristoro lungo tutto il percorso, al quinto, decimo, quindicesimo e ventesimo km e a fine corsa. Il nostro consiglio è quello di fermarvi per bere almeno un sorso ad ogni punto ristoro, anche se non sul momento non avete sete. Serve per evitare di andare in deficit di liquidi e patire arrivando con fatica alla fine della corsa.

ristoro maratona

  4. Gli Indumenti

Chiunque abbia avuto la sfortuna di provare la sensazione di un indumento nuovo addosso durante una maratona sarà sicuramente d’accordo con noi: la prima regola fondamentale che riguarda gli indumenti è non indossare mai nulla di nuovo. Che si tratti di scarpe, pantaloncini, maglie, calzini o intimo, qualunque cosa deve esser già stata testata. Le scarpe in particolare, devono esser collaudate almeno 30 giorni prima.

  5. Il Dolore

I maratoneti sono degli eroi perché conquistano traguardi superando limiti. Che sia ben chiaro però, tra questi limiti non vi è il dolore, per cui, se sentite un fastidio che inizia a preoccuparvi non esitate a chiedere aiuto ed eventualmente fermarvi.

  6. Il Divertimento

Infine, ricordate che tra i tanti motivi per cui avete deciso di intraprendere questa avventura c’è sicuramente la voglia di divertirvi. Correre una maratona è un sano divertimento, non un lavoro e non arrivare sul podio non compromette nulla, quindi, least but nont last: divertimento!

mezza maratona bologna
D’altronde, fare movimento aiuta il sistema cardiocircolatorio a riattivarsi, allevia le tensioni muscolari e favorisce la produzione di serotonina (l’ormone che influenza il ritmo sonno-sveglia).
Se siete dei run lovers, o dei podisti abituati a partecipare alle maratone non possiamo che riservarvi un ulteriore consiglio: sottoscrivere un’assicurazione infortuni. Si, perché sapere di poter contare su figure professionali competenti e su strutture sanitarie adatte a qualsiasi tipo di cura fisioterapica, senza andare incontro a spese folli, è una sicurezza che bisogna regalarsi quando si vuole fare sport in tutta tranquillità.

Adriana Angelieri
Siciliana d'origine, bolognese d'adozione, si occupa di Alimentazione, Benessere e Sport.

COMMENTA