persone-brindano-capodanno

Buoni propositi per l’anno nuovo? Il primo è la prevenzione!

Finisce un anno, avanti un altro. E con esso, arriva anche la lista dei buoni propositi, ossia tutti quegli obiettivi che ci prefiggiamo di raggiungere per cambiare alcuni aspetti della nostra vita. Possono essere vari e i più disparati, ma tra tutti bisognerebbe iniziare ad anteporre uno fondamentale: prendersi cura della propria salute con la prevenzione, fondamentale per ridurre i fattori di rischio e l’incidenza di malattie, ma anche assicurare una buona qualità della vita. 

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: prevenire è meglio che curare. Ed ecco perché, per il 2024, abbiamo deciso di stilare una lista di 5 buoni propositi che vi faranno stare bene… in senso letterale!

buoni propositi salute

Anna Gorbacheva/gettyimages.it

Come vivere bene i buoni propositi

È normale, quando comincia un anno nuovo, sentire la voglia e l’esigenza di ripartire dandosi degli obiettivi da raggiungere. Il problema, però, sta nel fatto che la maggior parte delle volte gli obiettivi che ci poniamo sono irrealizzabili, perché vanno a stravolgere le nostre abitudini quotidiane da zero, oppure perché sono eccessivamente “punitivi” nei nostri confronti, costringendoci a “sacrificare” qualcosa per noi molto importante. Il rischio è che, dopo poco, la pigrizia abbia il sopravvento, oppure la rabbia e la frustrazione nel momento in cui non otteniamo ciò che vogliamo subito.

Per questo, quando ci troviamo a stilare la lista dei buoni propositi per il futuro, è fondamentale:

ragazzo sorride

fizkes/gettyimages.it

  • mettere al centro il vostro benessere, fisico e mentale, e la vostra serenità, senza ribaltare la propria quotidianità.
  • Scrivere obiettivi di cui avvertiamo l’utilità: ad esempio, se soffriamo di mal di schiena, seguire un corso di ginnastica posturale che ci fa stare meglio a fine giornata può essere più sensato che promettersi di andare a correre tutti i giorni, magari peggiorando anche la nostra condizione di salute.
  • Non esagerare con le aspettative: è bello essere ambiziosi, ma bisogna essere anche realistici su ciò che possiamo fare. Avere aspettative altissime, con il rischio poi di dover aspettare a lungo per raggiungere quell’obiettivo, può causare stress, ansia e delusione. Meglio piccoli obiettivi alla nostra portata!
  • Accettare la possibilità di non raggiungere l’obiettivo: è importante non mortificarsi o svilirsi se qualcosa va storto durante il percorso, ma essere gentili con sé stessi ed essere pronti ad andare avanti.

Buoni propositi per l’anno nuovo: la prevenzione è la chiave per stare bene

Essere in salute influisce tantissimo sul nostro stato di benessere generale. Per questo, è essenziale prenderci cura di noi attraverso la prevenzione, ossia tutte quelle misure e azioni utili a prevenire la comparsa, la diffusione e la progressione delle malattie, oltre che a limitare i danni – in alcuni casi irreversibili – quando la patologia è in atto. Oltre a questo, la prevenzione favorisce il mantenimento del nostro benessere generale e di un’alta qualità della vita.

Quali sono, però, i buoni propositi che possiamo provare a raggiungere per stare bene?

  1. Smettere di fumare

consigli smettere fumareUna sigaretta può   sembrare innocua, ma purtroppo non è così: fumare oggi rappresenta, infatti, una delle maggiori cause dell’insorgenza di gravi malattie. Nel fumo sono state individuate circa 4.000 sostanze nocive e fortemente irritanti, alcune tra queste oncogeniche, ossia in grado di causare l’insorgenza di un tumore. Una volta entrate nei polmoni, poi, molte di queste sostanze permangono in quanto l’organismo non riesce a eliminarle. Per questo, in ottica di prevenzione, è fondamentale cercare, se non di smettere, quanto meno ridurre il numero di sigarette, per la propria salute e per quella dei nostri cari. L’importante è non aver paura di fallire e di riprovare e chiedere sempre supporto e sostegno a chi ci sta vicino ed eventualmente a un professionista.

  1. Ridurre il consumo di alcolici

Dopo aver brindato all’anno nuovo, forse è il caso di riporre i bicchieri. Per il 2024, un buon proposito potrebbe proprio essere quello di diminuire il consumo di alcolici, responsabili di un rapido invecchiamento e deterioramento del corpo e delle funzioni cognitive. Concedetevi un bicchiere per le occasioni speciali, ma durante la settimana cercate di limitarvi: vedrete che i benefici – in termini di riposo, concentrazione, energia e umore – saranno immediati. Un primo passo? Perché non partecipare al dry january, un’iniziativa per cui, nel mese di gennaio, si evita del tutto l’alcol: può essere un’occasione per iniziare ad assumere un atteggiamento più sano nei confronti del consumo di alcolici.  

  1. Mangiare meglio, grazie al supporto di un professionista

Si sente spesso dire che “siamo quello che mangiamo”, ed è vero. L’alimentazione incide notevolmente sul nostro stato di salute, nel bene ma anche nel male, ed è nostra alleata nella prevenzione di numerose malattie. Per questo, per iniziare bene il 2024 può essere una buona idea prenotare una consulenza nutrizionale personalizzata con un professionista per ricevere preziosi consigli su come modificare le proprie abitudini alimentari. In generale, però, vale il discorso di cercare di seguire il più possibile una dieta bilanciata, privilegiando frutta e verdura di stagione, cereali e legumi, diminuendo la carne rossa e altri prodotti eccessivamente lavorati. Un modo per provare ad avvicinarsi alla cucina vegetale può essere quello di aderire a Veganuary, una sfida a livello mondiale che incoraggia le persone a seguire un’alimentazione vegana per il mese di gennaio, dando consigli, spunti e tantissime ricette da provare.

  1. Adottare uno stile di vita attivo

ragazza-yoga

Prostock-Studio/gettyimages.it

Lo sappiamo, non è sempre facile fare seguire uno sport con costanza o fare attività fisica regolarmente tra lavoro, impegni, e altro. Ma la sedentarietà è uno dei maggiori fattori di rischio per la salute, quindi è bene cercare di mantenersi attivi. Basta davvero poco: quando potete, non prendete la macchina o l’autobus per gli spostamenti, ma muovetevi a piedi o in bicicletta, prendete le scale al posto dell’ascensore e cercate di non trascorrere troppe ore consecutive seduti. E non occorrono grandi sforzi: sono sufficienti 30 minuti di camminata al giorno per allenare il corpo. Oppure, si può optare per trovare uno sport che sia utile al nostro benessere fisico, che ci appassioni e diverta, così da non vivere il movimento come un obbligo o una fatica.

  1. Prenotare quell’esame o quella visita rimandata da tempo

La prevenzione passa dai check-up periodici. Se state aspettando per sottoporvi a un esame o state rimandando una visita, be’, è ora di prendere l’agenda e fissare un appuntamento. Questo permette di capire se c’è qualcosa che non va e, nel caso, di affrontarlo per tempo evitando complicazioni. Prestate attenzione al vostro corpo e ai segnali che vi manda, soprattutto a quelli di malessere: parlatene con il vostro medico di fiducia, che saprà consigliarvi cosa fare.

5. Curare il riposo

dormire bene

SeventyFour/gettyimage.it

Dormire fa bene: sembra scontato dirlo, ma le conseguenze di un riposo non adeguato o dell’insonnia sul nostro benessere e stato di salute sono molte, e anche gravi. Riposare un numero sufficiente di ore supporta l’umore, incide sul metabolismo, aiuta la concentrazione e la memoria e permette al nostro corpo di ricaricare le pile. Se avete difficoltà a dormire, consultate uno specialista per capire come migliorare le vostre abitudini e ritrovare la serenità. Intanto, però, può essere utile provare a darsi degli orari, cercando di andare a dormire e di svegliarsi alla stessa ora ogni giorno, ed evitare gli schermi per almeno 30 minuti prima di andare a dormire.

Riposare, però, non significa solo dormire: è importante anche curare il benessere psico-fisico, riducendo situazioni di ansia e stress durante la giornata. Come? Valutate esercizi di respirazione o la meditazione, e concedetevi qualche momento di relax. 

Trasformare i buoni propositi in abitudini durature è possibile: l’importante è capire di cosa abbiamo bisogno e su cosa possiamo migliorare, dandoci piccoli obiettivi e step da raggiungere e ricordandoci che qualche intoppo lungo la strada è assolutamente normale.

Quali saranno i vostri buoni propositi?

 

Immagine in evidenza skynesher/getty images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia commento

    Nessun commento