Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
cure termali

Cure Termali, una pausa di Salute

Avevano visto bene, gli antichi romani. Forse non potevano prevedere che dopo due dozzine di secoli un italiano su tre sarebbe andato almeno una volta nella vita alle terme, ma le potenzialità di questo centro di cura tutto naturale le avevano intraviste, eccome. Ci credevano, insomma: il termine da loro scelto per indicare questi luoghi magici dall’acqua calda e benefica, thermae, calco dell’analoga parola greca, evoca d’altronde il caldo, l’estate, il benessere. E se la cittadina belga Spa è diventata sinonimo di termalismo, sono tante, oltre 100 e disseminate in tutta Italia le località in cui la parola Terme, come un marchio indelebile, caratterizza il nome e la storia del luogo.

cure acqua termale

Oggi i centri termali sono strutture evolute, qualificate e spesso dei veri presidi sanitari. Sono specializzate nella prevenzione, nella riabilitazione, nella cura, con modalità e peculiarità diverse a seconda del luogo, e soprattutto sono quasi tutte convenzionate col servizio sanitario nazionale: il costo di una prestazione può essere quindi semplicemente quello del ticket. Prima ancora che centri di turismo e mete di week end e vacanze, sono quindi luoghi di benessere e relax sì, ma soprattutto di cura.

Cure Termali: perché fanno così bene?

Le proprietà terapeutiche delle acque termali dipendono dai loro elementi costituenti, diversi da sorgente a sorgente: vi si possono trovare zolfo, iodio, cloro, ferro, calcio e microelementi di altre sostanze, così come fondamentale è la temperatura naturale e un ruolo importante giocano le caratteristiche chimiche e fisiche.

I benefici delle acque termali, in particolare di quelle italiane, sono tanti, e diverse le patologie che grazie a queste oasi si possono curare o lenire: le malattie reumatiche anzitutto, in particolare osteoporosi e reumatismi extra articolari; le patologie vascolari, causate da problemi alle vene; disturbi respiratori come bronchiti e faringolaringiti; malattie della pelle, per esempio psoriasi e dermatiti; calcoli delle vie urinarie e problemi al fegato e allo stomaco; malattie ginecologiche o conseguenze del parto o di interventi chirurgici. Quella praticata nei centri termali è considerata dunque una medicina naturale, ma perché le proprietà delle acque vengano certificate come terapeutiche devono rispondere a ferrei requisiti fissati dal ministero della Salute.

Terme, il luogo ideale per rilassarsi

Le stazioni termali attive in Italia hanno straordinarie caratteristiche ambientali e sono inserite in un insieme di bellezze naturali. Forst, la fondazione per la ricerca scientifica termale, ha redatto di recente un rapporto sullo stato di salute del comparto, evidenziandone criticità e punti di forza: le terme italiane sono presenti su tutto il territorio nazionale (oltre 380 centri, di cui circa 50 classificati nell’attività alberghiera), in 20 regioni e in 180 comuni. L’osservatorio sanità di UniSalute ha indagato nel 2014 il gradimento degli italiani, rilevando che nel triennio 2011-2013 quasi uno su tre (29%) vi si è recato almeno una volta.

cure termali proprietà

D’altronde lo avevano rilevato anche Isnart e Unioncamere nell’ultimo dossier sul turismo: la quota di italiani che scelgono destinazioni termali è in costante aumento. Secondo i dati raccolti da UniSalute, se per il 52% degli intervistati le terme sono il luogo ideale per rilassarsi e ritemprare corpo e spirito, 4 italiani su 10 vi si recano o vi si recherebbero per i benefici alla propria salute.
Che ne dite? Avete già scelto la vostra meta?

 

Renzo Sanna
Sassarese di nascita, bolognese per amore e per lavoro. Giornalista professionista, per UniSalute scrive articoli di approfondimento su temi trasversali e aspetti legali, economici, burocratici e inchieste legate al mondo della salute.

COMMENTA