Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
cura del viso

La Pelle del Viso, un bene da non trascurare

Ogni viso ha la sua storia, e la storia racconta che già gli egizi, oltre cinquemila anni fa, importavano dall’Oriente oli essenziali e minerali per confezionare profumi e unguenti vari che servivano a proteggere la pelle. 
La pelle va protetta, a cominciare da quella del viso. È il primo bersaglio di aggressioni di agenti esterni, uno scudo su cui si accaniscono il vento, il freddo, il calore e la luce del sole. E l’inquinamento, soprattutto per chi vive e cammina nelle grandi città, ma quello gli antichi egizi non potevano prevederlo.

Prendersi cura del viso, prima che l’invecchiamento detti le sue inflessibili regole, può aiutare la pelle a non combattere da sola. E poi nel volto si riflettono anche gli stati d’animo, che a lungo andare lasciano il segno. Una prova continua, con la quale è meglio convivere vigili. E dunque, se proprio non si riesce a darsi delle regole ferree, bastano poche abitudini quotidiane per aiutare la pelle a respirare e mantenerla sana, stipulando così un patto di non belligeranza col tempo che scorre.  

pelle del viso

Prendersi cura del Viso: ecco come fare

Alimentazione: niente stravizi e tanto equilibrio

Più che una serie di accorgimenti può diventare uno stile di vita, di cui la pelle non potrà non beneficiare. Anzitutto bere tanta acqua, questa sì regola ferrea: idratare fa respirare tutto l’organismo a cominciare proprio dall’epidermide. Quindi cominciare la giornata con acqua e limone, e a seguire assumere fibre, ridurre quanto più è possibile i cibi complessi, eliminare il sale, inserire nella dieta antiossidanti vegetali naturali.

E poi le note dolenti: moderare caffè e alcol, stare attenti agli abbinamenti tra cibi. E i grassi? Non possono mancare, però solo, o soprattutto, quelli buoni. Niente di sconvolgente, per dare una mano alla pelle del viso: una dieta equilibrata, oltre che controllata, ma senza rinunce.

Pulizia: meglio naturale

Anche in questo caso è necessaria qualche attenzione in più, sia agli uomini che alle donne, nel prendersi cura della propria pelle, anche per evitare costosi ricorsi a trattamenti o prodotti speciali. Preferire la doccia al bagno, quotidianamente e sul lungo periodo, e usare più possibile detergenti delicati, regole di base che abbinate all’utilizzo di spugne di mare e detergenti vegetali dovrebbero garantire una migliore qualità della pelle ed evitare spiacevoli sorprese.

cura del viso

E ancora, meglio trattare sempre con delicatezza l’epidermide, mediante tamponamenti leggeri, e idratarla, tutti i giorni. Un ultimo accorgimento: di notte, mentre noi riposiamo, la pelle si mette al lavoro, rigenerandosi e buttando così fuori tutte le impurità trattenute durante il giorno. Ecco perché la mattina ci svegliamo spesso con la pelle un po’ oleosa ed ecco perché è importante rimuovere tutte le impurità con detergente e tonico prima che il viso riassorba tutto. Per questo è consigliabile pulire sempre il volto.

Stile di vita: stop al fumo e tanto sonno

Non fumare e dormire spesso e bene. Consigli per un generale benessere psichico e fisico ma anche specifici perché il fumo può essere deleterio per la pelle, e un certo numero di ore di sonno giornaliere aiutano a distenderla e rilassarla.

Gli ultimi consigli sono per gli eccessi di caldo e freddo: nel secondo caso è meglio coprirsi, nel primo non dimenticare mai di proteggersi, tenendo la pelle al riparo dal calore e non troppo esposta ai raggi del sole.

Attenzione alle etichette

etichette prodotti viso

Non solo per gli alimenti ma anche per creme, saponi e cosmetici vari è fondamentale fare attenzione a cosa contiene il prodotto. Anzitutto, meglio sceglierlo dermo ed eco compatibile. Quindi, leggere bene l’Inci (la sigla internazionale che indica l’etichetta dei cosmetici) e considerare che i primi 6 ingredienti menzionati sono quelli in assoluto contenuti in quantità maggiore nella formula chimica del prodotto che ci spalmiamo sulla pelle. Meglio cercare prodotti che non contengano nella loro composizione chimica i derivati dal petrolio e i siliconi, e diffidare di chi promette miracoli. Ma se si sono rispettate le regole di cui sopra, le creme saranno superflue.

I tipi di pelle

Ognuno di noi ha la sua pelle, è importante dunque capire di cosa abbiamo bisogno prima di trattare il viso. Solo conoscendo la propria tipologia si potrà scegliere il prodotto adatto. Secondo la classificazione più diffusa, la pelle può essere:

  • Normale, se non ha particolari problemi o sensibilità e si presenta omogenea e compatta
  • Secca, in quanto disidratata o scarsamente produttrice di sebo: si presenterà dunque fragile, screpolata, delicata
  • Grassa per via di un eccesso di sebo e dunque untuosa e lucida,
  • sensibile, soggetta ad eritemi e si arrossa facilmente
  • Mista, ossia grassa su fronte, naso e mento e secca su guance e vicino agli occhi

tipi di pelle

Qualunque siano la tipologia e le esigenze della vostra epidermide, prendervi cura del vostro viso è essenziale, e per farlo, oltre agli accorgimenti di cui vi abbiamo parlato fino ad ora, potete anche considerare delle pause relax in un centro benessere, coniugando salute e momenti di svago.

Non dimenticate di prendervi cura della vostra pelle, se a bloccarvi sono i costi, sappiate che alcuni piani assicurativi prevedono convenzioni con i centri termali, questo vi permetterà di stare tranquilli su più fronti.

Renzo Sanna
Sassarese di nascita, bolognese per amore e per lavoro. Giornalista professionista, per UniSalute scrive articoli di approfondimento su temi trasversali e aspetti legali, economici, burocratici e inchieste legate al mondo della salute.

COMMENTA