Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
vellutata di carciofi

Vellutata di carciofi e porri

La vellutata di carciofi e porri è un primo piatto caldo, perfetto per i mesi invernali che ci permette di beneficiare delle proprietà di questi due ortaggi dal sapore deciso. Re dell’inverno e, in questo caso, della cucina, il carciofo è un ortaggio caratterizzato da un buon apporto proteico e di fibra, a cui vanno aggiunti molti minerali e vitamine, in particolare A, B, C, E, K e J. Nondimeno, si tratta di un vegetale che contiene pochissime calorie, solo 40 Kcal per 100 grammi di carciofi, ed è stato inserito dal Dipartimento per l’Agricoltura degli Stati Uniti tra i 10 alimenti più ricchi di flavonoidi, preziose sostante antiossidanti.

Il carciofo, infatti, non solo contribuisce a rallentare l’invecchiamento dell’organismo, proprio in virtù del supporto che ci offre nel combattere l’azione dei radicali liberi, ma è anche un prezioso alleato del fegato: stimola la secrezione della bile, ne sostiene l’azione di detossificazione, e contribuisce a proteggerci dall’insorgenza di tumori. Il carciofo, dunque, ha un importante valore depurativo, diuretico e detossicante.

In questa semplice e sana ricetta viene accompagnato con il porro, ottimo mineralizzante poiché molto ricco di calcio, fosforo, ferro, zolfo e magnesio. Inoltre, è noto sin dal Medioevo per le sue proprietà benefiche a sostegno del sistema immunitario.

Carciofo e porro insieme, dunque, ci consentono di preparare una vellutata che è un vero toccasana per la nostra salute.

Print Recipe
Vellutata di carciofi e porri
vellutata di carciofi
Piatto Primi piatti
Cucina Italiana
Porzioni
persone
Ingredienti
Piatto Primi piatti
Cucina Italiana
Porzioni
persone
Ingredienti
vellutata di carciofi
Istruzioni
  1. In un contenitore versate dell'acqua acidulata con il succo di limone dove riporre i carciofi appena puliti per evitare che diventino neri. Dopo aver tagliato i gambi, togliere le foglie esterne più spesse fino ad arrivare a quelle tenere e poi, con un coltello, tagliate via le sommità più dure.
  2. Dividete allora i carciofi a metà ed estraete la barbetta interna. Tagliate, infine, i carciofi in quarti, mondate i gambi pelati con l'aiuto di un pelapatate e tagliateli a pezzetti non più grandi di 4 cm.
  3. Lavate anche il porro e tagliatelo ad anelli sottili.
  4. In un tegame, unite il porro in acqua e un filo d'olio, Aggiungete dopo pochi minuti il carciofo, compresi i gambi, e fate saltare per qualche minuto.
  5. Aggiungete anche le patate, tagliate sottili e coprite tutte le verdure con il brodo.
  6. Fate cuocere a fuoco sostenuto per circa 20 minuti, prestando attenzione alla consistenza della vellutata: non si deve, infatti, asciugare troppo.
  7. Quando osserverete la consistenza desiderata, con l'aiuto di un minipimer o di un frullatore, passate la purea per renderla più liscia ed eliminare parte delle fibre filamentose tipiche dei carciofi.
  8. Continuate la cottura della vellutata a fiamma bassa per alcuni minuti, aggiustate con sale e pepe, e servitela calda.

COMMENTA