Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
Pulizia-apparecchi-ortodontici

Come mantenere una corretta igiene orale quando si ha l’apparecchio?

L’apparecchio ai denti rende più complicato il mantenimento della corretta igiene orale quotidiana, ma sono sufficienti pochi accorgimenti da applicare con costanza per evitare spiacevoli problemi. Come abbiamo già detto parlando dei nuovi apparecchi invisibili, seguire un trattamento di questo tipo, soprattutto da adulti, è per molti fonte di disagio sia estetico che pratico. Infatti, non è facile, per chi porta l’apparecchio fisso o mobile, curare l’igiene orale, e trascurare la pulizia dei denti ci espone al rischio di carie, accumulo di tartaro e malattie gengivali. Possiamo però seguire alcune regole semplici che ci aiutino a preservare la salute della nostra bocca ed evitare che, mentre siamo concentrati nel risolvere un problema, ne emergano degli altri.

Vediamo, dunque, come fare a mantenere la pulizia degli apparecchi ortodontici e l’igiene orale.

Perché è ancor più importante curare l’igiene orale in presenza di apparecchi ortodontici?

Igiene orale apparecchio

Non curare la pulizia della bocca quando dobbiamo impiegare un apparecchio ortodontico, come abbiamo anticipato, rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo di alcune patologie orali di varia intensità. Infatti, da un lato è più probabile che si formi una carie, condizione che in alcuni casi può portare anche alla devitalizzazione oppure all’estrazione del dente. Dall’altro lato, invece, espone agli agenti patogeni anche le gengive. Il risultato è una possibilità maggiore di contrarre gengiviti, ascessi e altre malattie anche gravi.

Di conseguenza, gli esperti consigliano, in primo luogo, di seguire le normali regole per una corretta igiene orale:

  • Lavare i denti dopo ogni pasto, facendo attenzione ad evitare di farlo subito dopo aver ingerito sostanze acide come, per esempio, il caffè, un’arancia, oppure una bibita gassata e zuccherata (Coca cola).
  • Ricordarsi di lavare sempre i denti la sera prima di andare a dormire.
  • Scegliere con cura uno spazzolino da denti e un dentifricio adatti alle condizioni della propria bocca.
  • Utilizzare regolarmente il collutorio che svolge un’importante funzione protettiva.

Esistono, però, anche alcuni accorgimenti specifici da seguire per curare la pulizia degli apparecchi ortodontici mobili e alcuni consigli per chi, invece, deve utilizzarne uno fisso.

Gli strumenti dell’igiene orale con l’apparecchio

Collutorio

Per curare l’igiene orale durante un trattamento ortodontico è necessario dotarsi di alcuni strumenti specifici che, nella maggior parte dei casi, vengono forniti dal dentista. In particolare, si tratta di:

  • Spazzolino ortodontico oppure molto morbido da utilizzare in tutti i versi per raggiungere tutte le aree della bocca.
  • Scovolino interdentale che serve a raggiungere quelle aree remote della bocca difficilmente raggiungibili con lo spazzolino.
  • Collutorio e dentifricio antisettici, in particolare i dentisti consigliano quelli contenenti clorexidina e fluoro, che riducono la formazione della placca.

Le regole per la pulizia degli apparecchi ortodontici fissi

Oltre ad impiegare uno spazzolino adatto e lo scovolino, ci sono altri accorgimenti che possiamo seguire per assicurarci di curare bene l’igiene orale, se abbiamo l’apparecchio fisso. In primo luogo, infatti, è consigliabile prestare attenzione ai movimenti fatti con lo spazzolino: dall’alto e dal basso, mantenendo un angolo di 45° per avvicinarsi alle piastrine e pulire a fondo, un movimento rotatorio invece è utile per rimuovere eventuali residui di cibo dall’area vicino alle gengive. Non dimentichiamo, poi, di spazzolare la superficie interna dei denti, quella masticatoria e la lingua.

Al termine del lavaggio, si consiglia di osservare bene allo specchio i denti sui quali è collocato l’apparecchio per verificare che non vi siano residui di cibo da dover togliere prontamente affinché non si decompongano, minando la salute della bocca. È dunque importante ritagliarsi del tempo per potersi assicurare che ogni passaggio venga eseguito al meglio.

Gli apparecchi mobili: come pulirli

Pulizia apparecchi mobili

Chi, invece, utilizza un apparecchio mobile può lavarsi i denti normalmente, prestando tuttavia attenzione alla pulizia del supporto. Ogni volta che lo rimuoviamo dalla bocca, va infatti risciacquato con cura e, impiegando uno spazzolino apposito, detergerlo approfonditamente. Prima di riporlo nell’apposito contenitore, ricordiamoci di asciugare l’apparecchio e assicurarci che anche la scatola sia perfettamente pulita, igienizzata e asciutta. Inoltre, due volte alla settimana è importante disinfettare l’apparecchio, immergendolo in sostanze specifiche contenenti clorexidina.

Infine, chiunque stia seguendo un trattamento ortodontico deve confrontarsi regolarmente con il proprio dentista, che saprà valutare se la strategia di pulizia attuata è efficace. Per non mancare nemmeno un appuntamento e ottenere prestazioni a prezzi agevolati, è possibile stipulare una polizza assicurativa specifica: in particolare, UniSalute dentista offre servizi specifici per adulti e per bambini, tra i quali l’igiene orale gratuita una volta all’anno in un centro convenzionato.

Conoscevate già il modo per completare in maniera corretta la pulizia degli apparecchi ortodontici?

Angela Caporale
Friulana trapiantata a Bologna, dove lavora nel campo del giornalismo e della comunicazione. Per UniSalute scrive articoli di approfondimento su temi trasversali legati alla salute, al benessere e alla prevenzione.

COMMENTA