Animale domestico: cane Benessere Mamma e bambino Osservatorio Unisalute Ragazza si allaccia le scarpe da corsa Coppia Terza Età Welfare Aziendale Unisalute
Come vivere a lungo

Vivere più a lungo: dalla Scandinavia, un decalogo sui corretti stili di vita

Non sarà forse la pietra filosofale ad assicurarci l’immortalità, ma non dobbiamo abbatterci. C’è molto, infatti, che possiamo fare tutti i giorni per sostenere il nostro spirito e il nostro organismo. Strategie e accorgimenti sono a portata di mano, soprattutto se pensiamo al fatto che abbiamo “in dotazione” già alcuni vantaggi cruciali. La speranza di vita alla nascita in Italia, infatti, raggiunge gli 82 anni, un traguardo ragguardevole, merito anche della presenza di molti “cibi smart” , nella dieta mediterranea, che fanno bene al cuore.

È abbastanza? Possiamo fare di meglio, questa è almeno la convinzione del medico svedese Marklund, autore de La guida scandinava per vivere 10 anni di più, un testo che abbiamo letto con interesse e ci offre alcuni consigli utili, in linea con quelli che diamo quotidianamente, per capire come vivere più a lungo e in salute.

Come vivere a lungo: i consigli scandinavi

Il libro del dottor Marklund è già un caso editoriale in Svezia ed è stato tradotto anche in italiano. Il successo è legato al linguaggio semplice e all’applicabilità nella vita quotidiana di quanto viene consigliato. Il presupposto è che la durata della nostra vita è determinata al 25% dalla genetica e al 75% dalle nostre azioni e dal nostro stile di vita. La principale minaccia, sempre secondo l’esperto scandinavo, è rappresentata dalle infiammazioni, contro le quali è fondamentale sostenere e rafforzare il sistema immunitario.

Come? La ricetta per scoprire come vivere più a lungo include attività fisica, frutta, verdura, un po’ di vino rosso e il pensiero positivo. Vediamo, dunque, quali sono i consigli preziosi che, ci assicura il dottor Marklund, ci garantiscono 10 anni di vita sana in più.

Ridurre lo stress e dormire di più

Dormire molto

Lo stress è un fattore presente nella vita di moltissime persone e ha effetti molto dannosi sull’organismo. Basti pensare al burnout, una sindrome di stress da lavoro, o al fatto che recenti studi dimostrano la connessione tra l’aumento di peso e una condizione di stress.

Per sostenere il nostro organismo, il consiglio è quello di ritagliarsi alcuni momenti per sé, cercando di praticare anche semplici esercizi di rilassamento.

Infine, il medico svedese, specializzato in salute pubblica, evidenzia l’importanza del sonno: l’ideale sarebbe dormire 7 ore a notte e fare un pisolino di 20 minuti dopo pranzo. Certo, non tutti possono permetterselo, ma già andare a dormire ogni giorno alla stessa ora e mantenere anche la sveglia sempre costante è un’ottima strategia per allungarsi la vita.

L’equilibrio in cucina tra acqua, cibi e il “giusto peso”

Bere acqua

Il “trucco” del decalogo scandinavo per un’alimentazione sana che ci aiuti a preservare il nostro organismo è immaginare di portare l’arcobaleno nel piatto. Così, secondo il dottor Marklund, ci assicuriamo la corretta quantità di alimenti che sostengano il nostro sistema immunitario, ma anche antiossidanti utili per depurarsi, pesce e crostacei ricchi di Omega-3 e frutta e verdura, meglio se di stagione.

Oltre ad evitare i cibi che fanno ingrassare, per vivere più a lungo dovremmo prestare attenzione all’accumulo di grasso sul girovita e prestare molta attenzione a ciò che beviamo. Infatti, oltre ad essere consapevoli di quanta acqua bere, possiamo concederci qualche tazzina di caffè e qualche bicchiere di vino, meglio rosso che bianco e senza esagerare. Alcuni studi, infatti, suggeriscono che possano diminuire il rischio di diabete, di ictus e di Alzheimer.

Non sottovalutare l’igiene orale

Igiene orale

Più volte abbiamo sottolineato l’importanza di seguire alcune buone pratiche per mantenere la bocca sana, ma il medico svedese rincara la dose consigliando di seguire quotidianamente la “regola del 2”. Il consiglio, infatti, è di spazzolare i denti con due cm di dentifricio al fluoro per almeno due minuti e per due volte al giorno. Funzionerà? Secondo alcuni calcoli in questo modo preserviamo meglio le gengive e il cavo orale in generale dal rischio di infezioni, assicurandoci circa sei anni di vita in più.

L’ottimismo allunga la vita

Ridere-allunga-la-vita

L’influenza positiva che il buon umore può avere sulle nostre giornate non è una novità, ciò che stupisce, invece, è la correlazione tra l’ottimismo e la durata della vita. Alcuni studi evidenziano che l’ottimista, più proattivo di fronte ai problemi, può vivere fino a sette anni in più del pessimista. E forse il merito è anche delle endorfine che crescono ad ogni risata.

Ancor meglio se si tratta di una risata in compagnia. Infatti, circondarsi di amici, famiglia e affetti ci permette di vivere a lungo. Dedicarsi alla cura delle proprie relazioni interpersonali, a quanto pare, allunga la vita perché, oltre a farci sentire meglio, farebbe guarire più in fretta.

Fare sport per vivere a lungo

Fare sport

Ultimo caposaldo di una routine sana per vivere più a lungo è l’attività fisica. Aiutandoci anche con il contapassi del cellulare, dovremmo fare almeno 5.000 passi al giorno, al di sotto di questa soglia incorriamo nei rischi della vita sedentaria: problemi cardiaci, aumento del rischio tumorale, obesità, osteoporosi e moltre altre patologie sono connesse ad una vita senza moto.

Per cominciare, continua il decalogo scandinavo, dovremmo fare una passeggiata ogni giorno di circa 6/8 km e chi lavora al pc dovrebbe alzarsi ogni tre quarti d’ora, circa. L’ideale sarebbe scegliere uno sport da praticare con costanza..

Senza, però, sottovalutare il rischio di infortuni quando si pratica sport, soprattutto alle prime armi. Per poterci concentrare, dunque, sul decalogo di consigli su come vivere a lungo in serenità possiamo affidarci alla sanità integrativa che prevede soluzioni individuali per tutelare la nostra salute. Fisioterapia, per esempio, la polizza di UniSalute pensata per chi pratica attività sportiva, ti solleva di tutti i pensieri sull’organizzazione e i costi di una riabilitazione post infortunistica. Un motivo in più per essere ottimisti e assicurarci una vita lunga, felice e in salute.

Angela Caporale
Friulana trapiantata a Bologna, dove lavora nel campo del giornalismo e della comunicazione. Per UniSalute scrive articoli di approfondimento su temi trasversali legati alla salute, al benessere e alla prevenzione.

COMMENTA