Il Comitato Scientifico di UniSalute è stato strutturato per avere molti e diversi punti di vista in ambito salute e sanità.
Il team multidisciplinare, infatti, si compone di medici, scienziati, ricercatori, esperti di governance per la salute, ma anche rappresentanti delle associazioni di consumatori.


null
Prof. Sergio VenturiPresidente Comitato Scientifico UniSalute
img-sergio-venturi-on

Prof. Sergio Venturi

Presidente Comitato Scientifico UniSalute

Nato nel 1953 a Vergato (Bologna), si laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Bologna, si specializza in Malattie dell’Apparato digerente e frequenta un Master in Amministrazione e Gestione dei Servizi Sanitari. È stato direttore generale dell’Azienda USL di Imola e dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, e dal 2010 al 2014 direttore generale del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi. Dal 2014 al 2020 diventa Assessore regionale alle Politiche per la Salute e, sempre nel 2020, Commissario ad acta per emergenza Covid-19 per la Regione Emilia-Romagna.
Dal 2021 è presidente del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Elena BottinelliHead of innovation and digitalization Gruppo San Donato e AD di Villa Erbosa e Villa Chiara a Bologna
bottinelli-large

Elena Bottinelli

Head of innovation and digitalization Gruppo San Donato e AD di Villa Erbosa e Villa Chiara a Bologna.

Milanese classe 1966, Head of innovation and digitalization Gruppo San Donato e AD di Villa Erbosa e Villa Chiara a Bologna. Si è laureata in Ingegneria, con una specializzazione in Bioingegneria, presso il Politecnico di Milano e dopo la laurea, prima di arrivare al Gruppo San Donato, ha lavorato dieci anni in multinazionali leader nel settore dei dispositivi medici e ortopedici. È membro dell’Associazione Alumni del Politecnico e Mentor del programma Mentorship Programme dello stesso e tra le socie fondatrici di Leads – Donne Leader in Sanità – network di donne, aperto anche agli uomini, che ha l’obiettivo di promuovere la leadership al femminile nel settore sanitario e di favorire il superamento delle disuguaglianze di genere, puntando alla parità nelle posizioni apicali di organizzazioni pubbliche e private.
Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Laura CalzàProfessore Ordinario Farmacologia e Biotecnologie Unibo – Resp Scientifica Ospedale di Montecatone ed IRET
calza-small

Laura Calzà

Professore Ordinario Farmacologia e Biotecnologie Unibo – Resp Scientifica Ospedale di Montecatone ed IRET

Laura Calzà, MD, Specialista in Endocrinologia, Professore Ordinario di Embriologia, Medicina Rigenerativa e Scienze Cognitive, Università di Bologna. Direttore Scientifico della Fondazione IRET (Ozzano Emilia, Italia) e dell’Istituto di Riabilitazione Montecatone per le lesioni cerebrali e del midollo spinale (Imola, Bologna). Autore di oltre 210 articoli su riviste internazionali indicizzate e più di 60 capitoli su libri internazionali. Il suo lavoro ha ricevuto finora oltre 6000 citazioni (Scopus 2021; H-index 45). Ha un ampio background in neurobiologia, con una formazione specifica e competenze in neuroanatomia chimica, analisi comportamentale neurologica, biologia molecolare, colture cellulari comprese le cellule staminali neurali, secondo i principi della medicina traslazionale. Obiettivo principale dell’attività di ricerca sono: (i) lo studio delle fasi precliniche delle malattie neurodegenerative (in particolare le demenze), con focus sui meccanismi cellulari e molecolari che precedono l’evidenza clinica, anche con l’obiettivo di identificare biomarkers precoci; (ii) lo studio dei meccanismi reattivi e riparativi del sistema nervoso a seguito di lesioni sperimentali e spontanee, utilizzando modelli in vivo e in vitro, secondo l’approccio bench-to-bedside e bed-to-bench della medicina traslazionale. Il laboratorio indaga le proprietà di autoriparazione di diversi tessuti e organi sulla base delle cellule staminali residenti e sviluppa l’intera pipeline dei test preclinici di nuovi farmaci, terapie avanzate, biomateriali, dispositivi biomedicali anche secondo le linee guida GLP e ISO. Il laboratorio fa parte della rete ad alta tecnologia dell’Emilia Romagna ed è un Tecnopolo della Regione Emilia Romagna.
Laura Calzà è stata ed è PI o co-Investigator in molti progetti finanziati da enti pubblici regionali, nazionali e internazionali per progetti di ricerca preclinica e clinica.
Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Prof. Mattia CapulliProfessore Associato di Istologia ed Embriologia Umana
img-capulli-01

Prof. Mattia Capulli

Professore Associato di Istologia ed Embriologia Umana

Il Prof. Mattia Capulli, PhD è professore di Embriologia Umana ed Istologia presso l’Università degli Studi di L’Aquila in Italia. In precedenza, ha conseguito il dottorato di ricerca ed è stato Ricercatore e PostDoc presso l’Università degli Studi di L’Aquila, PostDoc Fellow presso la Columbia University Medical Center di New York, USA.

Il Prof. Mattia Capulli è co-fondatore di Dante Labs. Dante Labs è stata fondata nel 2016, con la missione di accelerare la scienza genomica nelle applicazioni dei pazienti. Da allora, l’azienda si è espansa globalmente ed ha guadagnato un’enorme trazione. Al momento Dante Labs è considerata un attore chiave nella genomica e nella bioinformatica, sequenziando ed analizzando decine di migliaia di genomi umani.

Il Prof. Capulli è co-autore di numerosi studi scientifici e brevetti, ha ricevuto riconoscimenti scientifici nazionali ed internazionali, per la creazione di Dante Labs è stato premiato come imprenditore dell’anno 2019 da Ernest and Young, nella sezione Start-up.


null
Prof. Agostino ConsoliProf. Endocrinologia Unich, Presidente Società Italiana di Diabetologia
consoli-large

Prof. Agostino Consoli

Prof. Endocrinologia Unich, Presidente Società Italiana di Diabetologia

Agostino Consoli è Professore Ordinario di Endocrinologia presso la Università G. D’Annuzio di Chieti-Pescara e Direttore della UOC Territoriale di Endocrinologia e Metabolismo della AUSL di Pescara. Il Prof. Consoli si è laureato in Medicina e Chirurgia con lode presso la Università di Chieti-Pescara e qui si è specializzato in Medicina Interna nel 1985. Dal 1985 al 1993 ha prevalentemente lavorato negli USA, prima presso la Mayo Clinic di Rochester (Minnesota), poi presso il Clinica Research Center della Università di Pittsburgh (Pennsylvania) ed infine presso la Diabetes Division dell’ University of Texas Health Science Center a San Antonio (Texas). Attualmente il Prof Consoli è anche Direttore del Clinical Research Center della Università di Chieti, è Direttore della Scuola di Specializzazione in Endocrinologia della Università di Chieti e presso lo stesso Ateneo è Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Medicina Traslazionale.
Il Prof Consoli è attualmente Presidente della Società Italiana di Diabetologia e membro dell’Editorial Board del Journal of Diabetes and Its Complications. E’ autore o co-autore di oltre 160 articoli originali e di oltre 20 capitoli di libri. I suoi lavori hanno superato le 7,000 citazioni ed il suo H index è di 43. I suoi principali interessi di ricerca riguardano patogenesi, epidemiologia e terapia del Diabete Mellito di tipo 2 ed i meccanismi molecolari della complicanze macrovascolari del diabete. E’ attualmente impegnato o è stato coinvolto in passato come National Investigator, Principal Investigator o co-investigator in oltre 50 studi clinici multicentrici sulle nuove molecole per il trattamento del diabete. Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Dott. Marco CupardoMedico di Medicina Generale
img-cupardo-01

Dott. Marco Cupardo

Medico di Medicina Generale

Si Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1999 con 110 e lode c/o l’Universita di Bologna, cresce professionalmente c/o la Medicina Interna “Zoni” dell’Ospedale Bellaria.

Nel 2004 ottiene il titolo “Corso di  Formazione Specifica in Medicina Generale” e nel 2009 l’attestato MET per l’Emergenza Territoriale.

In passato formatore per IRC e AHA per corsi base ed avanzati e Responsabile per la Formazione per diverse Onlus Sanitarie.

Attualmente Medico di Medicina Generale a Bologna, particolarmente sensibile ed esperto di comorbilità, fragilità e domiciliarità.

Vice Presidente Commissione Albo Medici per l’OMCEO di Bologna

Consigliere OMCEO Bologna

Referente Clinico per la Medicina Generale per AUSL Bologna

Coordinatore del Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale per la parte didattica.

Tutor del Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale per la parte pratica

Ricercatore Health Search per SIMG (Società Italiana di Medicina Generale )

Membro del Board sulla Telemedicina della AUSL Bologna


null
Pierandrea De IacoResponsabile Unità Ginecologia Oncologica – Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, Bologna
de-iaco-large

Pierandrea De Iaco

Responsabile Unità Ginecologia Oncologica – Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, Bologna

Nato nel 1960 a Cremona, si laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Bologna, si specializza in Ginecologia e Ostetricia, Urologia e Chirurgia Generale presso la stessa Università e frequenta una residency presso l’Istituto Oncologico Gustave Roussy di Parigi. È responsabile dell’Unità di Ginecologia Oncologica del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi che attualmente è riconosciuta come Centro Hub della Regione Emilia Romagna per il trattamento del tumore maligno dell’ovaio. L’Unità è riconosciuta dal 2017 Centro di Trattamento Chirurgico del Tumore Ovarico dalla Società Europea di Oncologia Ginecologia (ESGO) e Centro Europeo di Training in Ginecologia Ginecologica. Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Isabella FrigerioCo-fondatrice Associazione Donne in Chirurgia, Membro del Consiglio Direttivo della Società Europea di Chirurgia Epato-Biliare
frigerio-small

Isabella Frigerio

Co-fondatrice Associazione Donne in Chirurgia, Membro del Consiglio Direttivo della Società Europea di Chirurgia Epato-Biliare

Vicolo Vento 3, 37121 Verona
Fino alla Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998, presso l’Università di Milano, frequenta il Reparto di Chirurgia Generale diretto dal Professor V. Di Carlo e si avvicina al mondo della chirurgia pancreatica. La sua formazione chirurgica e specialistica prosegue presso l’Università di Verona, nel reparto di Endocrinochirurgia diretto dal Professor P. Pederzoli fino al 2003, anno in cui si specializza. Durante gli anni della Specialità trascorre un anno presso la Flinders University, Adelaide, South Australia, per svolgere un progetto di ricerca sperimentale sulla pancreatite acuta.
Dal 2005 svolge attività chirurgica in missioni brevi in Paesi in via di sviluppo o scenari post-bellici: nel 2004 presso l’Ospedale di Kiremba, Burundi, nel 2005 in ambito del progetto di riqualificazione dell’Ospedale di Peja Pec in Kossovo, nel 2006 e 2007 in collaborazione con l’ONG Padova Ospedale senza Confini, presso il “Saint John of God Hospital” in Sierra Leone.
Consegue nel 2012, presso l’Università di Verona, il Dottorato di Ricerca in Malattie Epatobiliopancreatiche, proseguendo la sua attività di Chirurgia Pancreatica presso l’Unità di Chirurgia del Pancreas dell’Ospedale Pederzoli (Peschiera del Garda, VR) dove lavora dal 2005 ad oggi.
Dal 2011 è parte della Faculty di European Digestive Surgery (EDS), con programmi di formazione chirurgica nei Paesi dell’Europa dell’EST e rappresenta, dal 2019, la Società stessa nell’ambito dell’Unione Europea di Gastroenterologia (UEG). Dal 2014 è tutor del corso di Tecnica Chirurgica della Società Lituana di Chirurgia (Kaunas).
Ha ideato e coordina ad oggi, la prima Fellowship di Chirurgia del Pancreas istituita presso l’Ospedale Pederzoli nel 2017 ed è responsabile scientifico, dal 2018, del Corso Hands-on di Chirurgia del Pancreas della Società Italiana di Chirurgia Oncologica (SICO).
Ha svolto chirurgia live presso il corso avanzato di Chirurgia del Pancreas dell’Ospedale Pederzoli (dal 2015 ad oggi)
Nel 2015 è co-fondatrice dell’Associazione Women in Surgery Italia (WIS Italia) prima associazione a livello nazionale che rappresenta le chirurghe italiane, che presiede per il triennio 2015-2018. Nel 2020 è fra le firmatarie e socia fondatrice dell’Associazione Donne Leader in Sanità (LEADS).
Nel 2019 entra nel Consiglio Direttivo di EA-HPBA, la più grossa Società di Chirurgia HPB in Europa e Africa.
Dal 2020 è membro della Task Force di AISP (Associazione Italiana per lo Studio del Pancreas) per lo screening del Tumore Famigliare del Pancreas.
Per l’anno 2020 e 2021 è revisore delle linee guida per il trattamento del carcinoma esocrino del pancreas per AIOM.
Oltre all’attività clinica e operatoria, si occupa di formazione in chirurgia, di ricerca clinica e collaborazioni scientifiche internazionali (H Index 16, fonte Scopus).
Parla correntemente inglese e francese.


null
Domenico MantoanDirettore Generale Agenas
mantoan-large

Domenico Mantoan

Direttore Generale Agenas

Dopo gli studi classici, si è iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Padova, ove si è laureato il 27.10.1982 con il voto di 110/110. Ha conseguito l’abilitazione alla professione di medico chirurgo c/o l’Università degli Studi di Verona ed è iscritto all’Ordine Provinciale dei Medici di Vicenza dal 1983. Ha conseguito inoltre le seguenti specializzazioni:

Endocrinologia presso l’Università degli Studi di Verona;
Igiene e Medicina Preventiva (orientamento Sanità Pubblica) presso l’Università degli Studi di Trieste.

Ha la qualifica di Medico Competente ai sensi del D.Leg.vo 277/1991 E’ in possesso della idoneità al “Corso di formazione per Direttori delle Aziende Sanitarie” istituito dalla Regione Veneto con DGR 376/05.
Dal 2009 è stato Consulente giuridico del Ministro del Welfare dott. Maurizio Sacconi – Ministero del Welfare.
Dal 2010 al 2015 è stato Coordinatore tecnico della Commissione Salute – Conferenza delle Regioni e Provincie Autonome. Dal 2012 al 2017 è stato componente del C.d.A. dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari (Agenas) e dal 2015 è Presidente del Comitato di indirizzo dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara – Nel cosro degli anni ha inoltre partecipato a diverse commissioni e gruppi di lavoro nall’ambito del Minstero dell salute.
Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Gianna MartinengoPresidente e CEO di DKTS (Digital Knowledge Technology Services)
martinengo-large

Gianna Martinengo

Presidente e CEO di DKTS (Digital Knowledge Technology Services)

Gianna Martinengo è una persona di cultura umanistica che ha operato – su se stessa prima di tutto – una profonda transizione digitale. Umanista, tecnologa, imprenditrice, pioniera del Digitale, ha applicato la sua filosofia “Inspired by user, driven by science” agli ambiti della ricerca, dell’innovazione tecnologica, del business e dell’empowerment al femminile.
Nata ad Asti nel 1943, si laurea in Lingue e Letterature straniere all’ Università Bocconi; si specializza in Psicologia Cognitiva e Metodologie Didattiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore e successivamente si trasferisce all’istituto di Matematica per le Scienze Sociali dell’Università di Stanford (California, USA) dove acquisisce il titolo di Educational Technologist.
Dal 1983 ad oggi ha fondato 5 aziende ed un laboratorio di ricerca applicata. Dal 2010 ad oggi è Presidente e CEO di DKTS (Digital Knowledge Technology Services). Dal 2020 è Membro dell’Advisory Board di STOA, Panel for the Future of Science and Technology del Parlamento Europeo. Dal 2013 è Membro del CDA di ISPI. Dal 2007 è Fondatrice e Presidente di Women&Tech® – Associazione Donne e Tecnologie.
Cavaliere della Repubblica, è insignita dell’Ambrogino d’Oro dal Comune di Milano e di altre prestigiose onorificenze elencate nel CV esteso. Gianna Martinengo ha sempre affiancato all’attività imprenditoriale una intensa attività di disseminazione: ha all’attivo 300 corsi e seminari; più di 150 articoli pubblicati; 500 interventi a convegni fino ad oggi. L’apporto fondamentale di Gianna Martinengo è stato quello di centrare ogni azione, progetto, iniziativa sulle persone e non solo sugli strumenti informatici.Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Giuseppe RemuzziDirettore Istituto Farmacologico Mario Negri
convegno per i 30 anni dell'istituto Mario Negri; con Giuseppe Remuzzi (Foto ©Sergio Agazzi/Fotogramma, Bergamo - 2014-11-04) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Giuseppe Remuzzi

Direttore Istituto Farmacologico Mario Negri

Giuseppe Remuzzi si è laureato in Medicina e Chirurgia a Pavia nel 1974 e si è specializzato presso l’Università di Milano in Ematologia Clinica e di Laboratorio e in Nefrologia Medica. Dal 1996 al 2013 ha ricoperto l’incarico di Direttore del Dipartimento Pubblico-Privato di Immunologia e Clinica dei Trapianti di Organo (collaborazione tra Ospedali Riuniti di Bergamo e Istituto Mario Negri), dal 2011 al 2015, Direttore del Dipartimento di Medicina e dal 1999 al 2018 è stato Direttore dell’U.O. di Nefrologia e Dialisi dell’ASST Giovanni XXIII di Bergamo. A giugno 2015 è stato nominato Professore di Nefrologia per “chiara fama” presso l’Università Statale di Milano. Dal 2016 è componente della Consulta Tecnica Permanente per i Trapianti e della Commissione “Ricerca e Innovazione” del Ministero della Salute (2014) e da febbraio 2019 è membro del Consiglio Superiore di Sanità. Ha affiancato al lavoro clinico in Ospedale un’intensa attività didattica e di ricerca. Da quando l’Istituto Mario Negri ha aperto la sua sede a Bergamo, nel 1984, il Prof. Remuzzi ha coordinato tutte le attività di ricerca della sede di Bergamo dell’Istituto e dal 1992 del Centro di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare ‘Aldo e Cele Daccò di Ranica (BG). Da luglio 2018 ricopre il ruolo di Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”.
La sua attività scientifica riguarda soprattutto le cause delle glomerulonefriti, i meccanismi di progressione delle malattie renali, il rigetto del trapianto. Con un approccio innovativo le sue ricerche hanno permesso di aumentare il numero dei trapiantati. Gli studi più recenti riguardano le possibilità di rigenerare i tessuti e creare organi in laboratorio utilizzando cellule staminali. E’ stato l’unico italiano ad essere membro del Comitato di redazione delle riviste “The Lancet” e “New England Journal of Medicine” (1998-2013 giugno). Dal giugno 2013 fino marzo 2015 è stato presidente della International Society of Nephrology (ISN). Ha lanciato ed è stato creatore del progetto globale ISN “0 by 25”: nessuno deve morire per una forma curabile di insufficienza renale acuta entro il 2025. Il Prof. Remuzzi è autore di oltre 1500 pubblicazioni su riviste internazionali e di 19 libri, ed è editorialista del “Corriere della Sera”. Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Prof. Paolo RigottiDirettore Centro Trapianti Padova
rigotti-large

Prof. Paolo Rigotti

Direttore Centro Trapianti Padova

Il Prof. Paolo Rigotti è nato a Padova il 16/02/54. Nel 1978 si è laureato in Medicina e Chirurgia all’ Università di Padova con il massimo dei voti e la lode. Nel 1983 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Chirurgia Generale. Dal 1982 al 1984 ha lavorato in qualità di Research Fellow nel Dipartimento di Chirurgia dell’Università di Cincinnati (USA) e dal 1984 al 1985 ha lavorato in qualità di Clinical Fellow nella Divisione di Immunologia e Trapianti d’Organo dell’Università del Texas a Houston.
Nel 1988 il Prof. Rigotti è stato nominato Ricercatore Universitario Confermato presso l’Università di Padova, nel 2000 Professore Associato, nel 2011 Professore di I fascia di Chirurgia Generale e dal 2012 al 2020 è stato Direttore della Scuola di Specializzazione di Chirurgia Generale della stessa Università. Attualmente il Prof. Rigotti è responsabile della UOC Chirurgia dei Trapianti di Rene e Pancreas dell’ Azienda Ospedale-Università di Padova ed è Coordinatore del Dipartimento Funzionale Trapianti d’Organo
Il Prof. Rigotti ha svolto ricerca nel campo dei trapianti d’organo sia con studi clinici sui pazienti con trapianto renale, sia in campo sperimentale con ricerche sul trapianto di pancreas, sul danno ischemico renale e sullo xenotrapianto. E’ Autore di oltre 190 pubblicazioni scientifiche indicizzate su riviste internazionali.
Dal 2021 è membro del Comitato Scientifico UniSalute.


null
Antonio SantoroNefrologo, Past President Società Italiana Nefrologia
santoro-large

Antonio Santoro

Nefrologo, Past President Società Italiana Nefrologia

Antonio Santoro è specialista in Nefrologia e in Malattie dell’Apparato Respiratorio e ha avuto
un’ esperienza lavorativa precedente in Cardiologia e nelle terapie dell’Ipertensione Arteriosa.
Oggi è Professore a contratto presso la Scuola di Specialità di Nefrologia dell’Università di Bologna e già Direttore della Unità Complessa di Nefrologia , Dialisi ed Ipertensione del Policlinico S,Orsola Malpighi-Bologna e già esperto presso la Farmacopea Europea dei medical devices e farmaci legati alla terapia sostitutiva renale.
Dal 2013 al 2016 è stato Past President della Società Italiana di Nefrologia
Chairman del Registro regionale di Dialisi e trapianto della Regione Emilia-Romagna
Coordinatore del Progetto PIRP ( Prevenzione Insufficienza Renale Progressiva) della Regione Emilia-Romagna
Presidente dell’Associazione ADIR (Amici di Rene).
Membro del Consiglio di amministrazione della Sinergy (SIN ERGY S.r.l. Socio Unico Impresa Sociale Srl emanazione Società italiana di Nefrologia)
Revisore per diverse riviste di Medicina Generale, di Nefrologia e Dialisi tra le quali: The Lancet, The New England Journal of Medicine , Kidney.
International, American Journal of Kidney Disease, Journal of Nephrology, Nephrology Dialysis and Transplantation.
Associated Editor dell’International Journal of Artificial Organs.
Membro dell’Editorial Board di Kidney International , Journal of Nephrology
Membro del Consiglio di amministrazione di Lepida S.c.p.A
Direttore del Comitato Scientifico di ANED
Ha ricevuto diversi “awards” sia in ambito nazionale che internazionale
Autore di oltre 400 lavori scientifici ( la maggior parte su riviste peer revue) nel campo dell’ipertensione arteriosa, malattie cardio-vascolari, malattia renale cronica , epidemiologia malattie renali, stabilità cardiovascolare e complicanze cardiovascolari nelle tecniche di depurazione extracorporea, sistemi esperti e biofeedback in dialisi.

Altri membri del Comitato Scientifico

Giovanna Gigliotti
AD UniSalute e Chief Life & Health Officer UnipolSai

Maria Luisa Parmigiani
Sustainability UnipolSai

Alessandro D’Errico
Gestione network fornitori e coordinamento medico – UniSalute

Stefano Genovese
Relazioni Istituzionali – UnipolSai

Massimo Piana
Direttore area operations e innovation UniSalute